Euro3diesel

Dal 4 novembre ticket obbligatorio per la sosta bus turistici

Da lunedì 4 novembre 2019 tutti i vettori bus turistici devono obbligatoriamente dotarsi del ticket di sosta per il parcheggio nelle aree di sosta breve ed oraria dedicate ai bus turistici sul territorio di Roma Capitale (dal lunedì alla domenica).

Gli stalli sono numerati e - recandosi al parcometro multilingue dedicato ai bus, digitando la targa del mezzo ed il numero dello stallo occupato (visibile in alto a sinistra o in basso a destra sull'area di stallo) - il parcometro rilascia il ticket da esporre, con l'orario di fine sosta.

Per non incorrere in sanzioni amministrative, i pullman devono lasciare l'area entro l'orario indicato come "fine sosta". Il ticket viene rilasciato solo ai mezzi dotati di permesso di circolazione valido e coerente con l'area di sosta occupata; in caso contrario il parcometro non effettua alcun rilascio ed il mezzo deve tempestivamente abbandonare il parcheggio.

In caso di parcheggio in area di sosta oraria, è possibile prolungare le 3 ore di sosta gratuita - previste dal permesso di circolazione acquistato - pagando la tariffa oraria di € 100 direttamente al parcometro, solo con carta di credito o bancomat.

Nelle aree di sosta breve non è invece possibile sostare oltre i 15 minuti gratuiti previsti dal permesso di circolazione acquistato.

Per semplificare l'operazione di accreditamento è possibile scaricare l'app "Bus Parking Roma" (per Android, entro novembre anche per iOS) ed ottenere il ticket digitalmente. Come funziona

Per attivare l'app è sufficiente inquadrare con lo smartphone il QRCode del permesso di circolazione e selezionare su mappa l'area di parcheggio occupata, inserendo le stesse informazioni necessarie per il parcometro cioè targa e numero dello stallo.

Il ticket di sosta via app (che riporta le stesse informazioni del cartaceo e può essere mostrato agli organi di controllo) può essere emesso solo quando il mezzo occupa lo stallo scelto, .

N.B. Qualora il mezzo in sosta, durante un controllo degli organi preposti, non risulti munito di ticket cartaceo o virtuale, è soggetto al processo sanzionatorio previsto dal Codice della Strada.