Ecc 2017, a maggio bici gratis sul trasporto pubblico

*Al via la Ecc 2017, a maggio biciclette gratis sulla rete del trasporto pubblico* Per tutto il mese di maggio è in programma la European Cycling Challenge 2017, una sfida a squadre fra ciclisti urbani che si svolgerà in contemporanea in tutta Europa. Per partecipare è sufficiente iscriversi gratuitamente alla squadra di Roma sul sito cyclingchallenge.eu/it e scaricare l’applicazione Naviki per tracciare gli spostamenti in bici durante l’iniziativa contribuendo a incrementare il monte-chilometri percorsi dalla propria città. A vincere sarà quella che avrà pedalato di più. Roma è iscritta grazie all’Agenzia Roma Servizi per la Mobilità che, con il supporto del progetto P.A.S.T.A. (Physical Activity Through Sustainable Transport Approaches), promuove la riduzione degli spostamenti in auto per forme di mobilità attiva (a piedi, in bici o con il Tpl) e sostenibile valutandone gli effetti sulle condizioni di salute dei cittadini. Sempre tra l'1 e il 31 maggio, per incentivare ulteriormente l’utilizzo sistematico delle biciclette in città, l’accesso alla rete Atac sarà gratuito per tutti i mezzi a pedali mentre i ciclisti pagheranno normalmente il biglietto. Per gli abbonati Metrebus il trasporto della bici è sempre gratuito. Esentate dal pagamento anche le pieghevoli. #PedalaperRoma -- ufficio.stampa@agenziamobilita.roma.it Tel. 06.46957853 - Fax 06.46957839

P.A.S.T.A.

Physical Activity Through Sustainable Transport Approaches

P.A.S.T.A. projectIl progetto PASTA analizza le misure di trasporto urbano a sostegno della mobilità attiva (a piedi, in bicicletta e in combinazione con l’uso dei mezzi pubblici) e ne valuta gli effetti sull'attività fisica e le condizioni di salute dei cittadini. Il progetto ha avuto una durata di 4 anni (1/11/2013 - 31/10/2017) ed è stato finanziato dal FP7 - Health program (Programma Quadro 7 - Salute). Il consorzio comprende esperti nei settori della salute, attività fisica, pianificazione dei trasporti, sicurezza stradale, qualità dell'aria e reti europee di comunicazione.
A Roma è stato condotto un ampio studio per la valutazione delle iniziative di mobilità attiva in corso, combinate agli interventi di messa in sicurezza stradale, per una migliore comprensione degli effetti sull’attività fisica, il rischio di infortuni e l’esposizione all’inquinamento dell’aria. Nel WP3, nel quale è capofila, Roma ha individuato un campione di 2.000 persone intenzionate a modificare e monitorare il proprio stile di vita (compilando un questionario), migliorando la loro mobilità attiva per un periodo di tempo da stabilire. I risultati sono a disposizione del progetto per opportune analisi.