Roma gioca sostenibile al Sei Nazioni di rugby 2019

24 febbraio: come arrivare all'Olimpico in bici o con il trasporto pubblico

Per il sesto anno consecutivo - in occasione del Torneo Sei Nazioni di rugby - Roma Servizi per la Mobilità - con il patrocinio di Federazione Italiana Rugby (F.I.R,) CONI e Roma Capitale - fornisce una guida (in italiano e inglese) per muoversi in città e raggiungere lo stadio Olimpico, utile ai cittadini e a chi visita Roma in occasione di eventi sportivi e culturali, per rendere la Capitale una città sempre più sostenibile, incrementando la mobilità attiva.. Scarica la guida

Il testimonial per questa edizione, sia per #RomaGiocaSostenibile che per #Handshake (nuovo progetto europeo sulla ciclabilità) è Conor O' Shea, ct della Nazionale Italiana di rugby; inoltre sono partner dell'iniziativa l'Osservatorio sulla Bikeconomy, il GranFondo Campagnolo, FIAB e Healthy Stadia, per incoraggiare i tifosi a raggiungere lo stadio con il trasporto pubblico, a piedi o in bicicletta.

Si conferma la possibilità, per i tifosi che raggiungono lo Stadio Olimpico in bicicletta, di lasciare il proprio mezzo nel parcheggio situato in via Franchetti, attrezzato con rastrelliere per bici e raggiungibile anche attraverso un percorso ciclabile, indicato nella mappa.

Arrivare in bicicletta e con il Trasporto Pubblico

Area Stadio Olimpico

Metro A  Da stazione Termini
(metro + tram + 10 minuti a piedi)

Metro A  Da stazione metro Ottaviano
(bicicletta + 5 minuti a piedi)

Prendere la metro A (direzione Battistini) per quattro fermate. Scendere alla stazione Flaminio  

prendere il tram 2 per sette fermate. Scendere al capolinea in piazza Mancini

proseguire a piedi verso lo Stadio oltrepassando il ponte Duca d’Aosta

All’uscita su via Barletta prendere la ciclabile direzione viale Angelico.

Su via Capoprati, dopo circa 2 Km, si giunge a ponte Duca D’Aosta.

Salire le scale a livello strada, il parcheggio per le biciclette è a sinistra dell’obelisco.

Metro A

 Da stazione metro Ottaviano
(autobus + 5 minuti a piedi)

Per gli abbonati Metrebus il trasporto della bicicletta è gratuito, altrimenti va acquistato un biglietto anche per la bicicletta. Le biciclette pieghevoli viaggiano gratuitamente ogni giorno per l'intera durata del servizio.
Prendere la metro A, scendere ad Ottaviano (uscita su via Barletta) Inoltre è possibile viaggiare con la bici su alcune linee bus e tram.

prendere il bus 32 per sette fermate. Scendere alla fermata De Bosis

Proseguire a piedi sino allo Stadio Olimpico

 

Le mappe

I Social

N.B. tutto il materiale pubblicato (foto, video, mappe) è di proprietà di Roma Servizi per la Mobilità, salvo dove diversamente specificato.

 

HandShake

HandShake projectIl progetto Handshake è stato presentato con riferimento al Bando H2020 MG 4.1 che mirava a mettere a frutto le soluzioni innovative e a basso impatto per la mobilità urbana sviluppate nei precedenti programmi finanziati dalla Commissione Europea (ec STEER e CIVITAS). Per Roma Capitale il progetto HANDSHAKE rappresenta un’occasione unica per lanciare un’ambiziosa politica di mobilità ciclabile, integrando gli interventi infrastrutturali con quelli regolatori, comunicativi e culturali. Nell’intraprendere questo cammino, la città collaborerà con le città più avanzate al mondo in materia di ciclabilità urbana, Amsterdam , Copenaghen, Monaco e con altre 10 (future capitali ciclabili) città Europee interessate ad accelerare il percorso di assimilazione delle esperienze quarantennali e delle metodiche utilizzate altrove con successo.

HANDSHAKE sarà gestito da Roma Servizi per la Mobilità e si focalizza sia sulle soluzioni tecniche che hanno consentito ad Amsterdam e Copenaghen di cambiare radicalmente il volto della propria mobilità e l’uso degli spazi urbani, sia sul coinvolgimento attivo, diffuso e prolungato dei principali attori delle comunità locali, e dunque la politica, le strutture amministrative, il mondo del commercio e dell’impresa, e la società civile nelle sue forme associative e non.

Il ruolo attivo della politica locale è determinante e di enorme valore simbolico, Pertanto gli esponenti dell’Amministrazione Capitolina competenti (tra cui mobilità, ambiente, urbanistica, commercio) sono invitati ad aderire e a farsi portavoce delle attività promosse dal progetto durante i suoi tre anni di vita.

  • Scarica le Linee Guida del progetto (in inglese)
  • Coordinatore: ISINNOVA (IT)
  • Tutor: Amsterdam, Copenhagen, Monaco
  • Followers: Bordeaux, Bruges, Cadiz, Dublino, Cracovia, Helsinki, Manchester, Riga, Roma, Torino
  • Budget totale progetto: € 4.859.093,75 (di cui per Roma Servizi per la Mobilità € 303.750)