Car sharing comunale, siglata una convenzione tra Roma Servizi per la Mobilità e la WindTre

Agevolazioni e spostamenti più sostenibili. Promozioni anche per le altre aziende con mobility manager

Roma Servizi per la Mobilità e WindTre hanno sottoscritto un accordo per incentivare l’utilizzo del servizio di car sharing comunale, gestito appunto da Rsm, tra i dipendenti della multinazionale delle telecomunicazioni.
La convenzione, che ha come obiettivo quello di aggiungere un tassello alle politiche cittadine a sostegno della mobilità sostenibile e condivisa, permetterà ai lavoratori WindTre di utilizzare le vetture car sharing con una tariffa scontata. Ovvero, per ogni noleggio verrà praticata la tariffa oraria festiva/notturna anche nei giorni feriali diurni, garantendo un risparmio di oltre il 20 per cento.

Solo per fare un esempio. Per una corsa di un’ora in modalità “OneWay” (ovvero quando i parcheggi di inizio e fine noleggio sono diversi), per una distanza di circa 5 chilometri, il costo sarà di 4,58 euro anziché 6.

Roma Servizi per la Mobilità invierà analoga iniziativa promozionale alle altre aziende private cittadine con mobility manager, ovvero con un responsabile degli spostamenti casa-lavoro-casa. Una scelta di mobilità condivisa che potrà essere utilizzata anche nel tempo libero. Ma ricapitoliamo le caratteristiche del servizio di auto condivisa gestito da Roma Mobilità. Prevede due tipi di viaggio: quello dove si riporta la vettura al parcheggio di partenza e quello dove inizio e fine noleggio sono in luoghi diversi, purché sempre in uno degli stalli di sosta dedicati. Previste tre diverse tipologie di contratto. Ovvero individuale (con 1 utilizzatore); famiglia (4 utilizzatori) e azienda (tutti i dipendenti). L’iscrizione è “una tantum” e va dai 14,90 euro del contratto singolo, ai 19,90 di quello famiglia ai 59,90 di quello aziendale. Il costo della corsa si basa invece su durata e fascia oraria e sulla distanza.

Con le auto del car sharing naturalmente si eliminano i costi fissi legati al possesso di una vettura, dal bollo all’assicurazione, dal carburante alla revisione. I veicoli car sharing sostano gratuitamente sulle strisce blu, possono accedere anche all’interno delle Zone a traffico limitato (ad eccezione di quella del Tridente) e circolare nelle giornate di blocco del traffico. E poi, a differenza di quello privato, le vetture del car sharing comunale possono passare anche sulle corsie preferenziali. Iscrizioni e prenotazioni si possono fare su carsharing@romamobilita.it. Per i noleggi c’è anche l’app dedicata “Car Sharing Roma".
 

Ecco tutte le opportunità dell’auto in condivisione

Il car sharing pubblico ha in città una rete di 200 vetture (fanno parte della flotta dal al veicolo cargo a quello ibrido), per 340 parcheggi. È presente in tredici Municipi.

Tra i punti di forza di questo servizio di mobilità, la certezza, una volta noleggiata l’auto, del posteggio. Nella sezione dedicata del sito internet romamobilita.it ci sono tutti i dettagli su flotta, parcheggi, tariffe e regole.

A proposito di regole, è utile ricordare quelle sull’emergenza covid: indossare mascherina e guanti puliti durante il noleggio; passare un panno monouso con disinfettante sulle superfici di contatto; in caso di passeggeri non conviventi, viaggiare massimo in 2 persone (posizionando il passeggero sul sedile posteriore destro). Non lasciare oggetti nell’abitacolo a fine noleggio.

Roma Servizi per la Mobilità sanifica periodicamente il parco auto.