Consegnati altri 18 nuovi bus per la flotta di Atac Completata la fornitura di questa tranche di vetture

Saranno al servizio degli utenti di Acilia e del litorale. Tutti in strada i 328 mezzi acquistati dal Campidoglio

Sono stati consegnati, ad Acilia, gli ultimi 18 bus della fornitura di 328 bus acquistata da Roma Capitale e prodotti dalla nostrana Industria Italiana Autobus.

Saranno al servizio degli utenti dei Acilia e del litorale in genere. Presenti alla consegna, avvenuta in piazza San Leonardo da Porto Maurizio,  la sindaca Virginia Raggi, il vicesindaco con delega alla Città in Movimento, Pietro Calabrese e la presidente del Municipio X, Giuliana Di Pillo.

“I nuovi autobus  - ha spiegato la prima cittadina di Roma - sono importanti per migliorare i collegamenti tra Acilia e i quartieri vicini come Casal Palocco e Monti S.Paolo, ed anche per le linee che servono Ostia. Grazie a questi mezzi, vengono resi più efficienti anche i collegamenti tra la rete bus e la ferrovia Roma-Lido. A questa fornitura - ha ricordato la Raggi- si aggiungono i 400 mezzi già messi su strada negli anni precedenti e che abbiamo impiegato in gran parte nelle zone periferiche. Con altri 212 mezzi in arrivo quest'anno avremo oltre 900 autobus  nuovi al servizio della città. Un bel risultato. Abbiamo avviato un programma di rinnovamento della flotta che oramai è diventato strutturale” - ha proseguito la prima cittadina di Roma. “Continuiamo a lavorare per migliorare il servizio di trasporto pubblico. In pochi anni abbiamo rinnovato oltre la metà della flotta Atac, una tappa importante nel percorso avviato per risanare la società a tutela di un servizio essenziale. Grazie all'impiego di nuove vetture, efficienti e affidabili, possiamo davvero migliorare e facilitare gli spostamenti nella nostra città, soprattutto nelle periferie” - ha aggiunto il vicesindaco con delega alla Città in Movimento, Pietro Calabrese.

Di questi 328 mezzi, 322 sono stati finanziati da Roma Capitale (investimento complessivo 101 milioni di euro) e altre 6 vetture, invece, sono state pagate dal ministero dell’Ambiente. La gara è stata indetta tramite la piattaforma nazionale Consip. La commessa di Roma Capitale ha anche avuto riflessi importanti per la rinascita di una grande azienda italiana, l’Industria Italiana Autobus, appunto che, anche grazie al contributo della Capitale, ha ricevuto nuove commesse anche da altre città italiane, avviandosi a superare un momento difficile di crisi nelle richieste di produzione, riuscendo a salvaguardare anche molti posti di lavoro.