Ferrovia Termini-Giardinetti-Tor Vergata centrale nel PUMS

Termini Giardinetti, binari

Il progetto della linea Termini-Giardinetti-Tor Vergata è uno dei punti fermi del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile di Roma (PUMS). L’intervento, per il quale il ministero delle Infrastrutture ha approvato un finanziamento di oltre 213 milioni di euro, prevede che l’attuale linea ferroviaria regionale sia trasformata in una tranvia veloce e chesia riqualificata e prolungata da una parte verso Termini e dall’altra verso Tor Vergata. Roma Capitale ha già avanzato alla Regione Lazio una proposta di accordo perla trasformazione di questa infrastruttura, una volta completato il passaggio di proprietà.

L’obiettivo è che diventi la nuova linea G, un importante collegamento diretto e veloce per una vasta area della città. Per questo, scrive in un post su Facebook il vicesindaco con delega alla Mobilità Pietro Calabrese “la Regione Lazio dovrebbe spiegare ai romani perché non ha ancora risposto, da novembre dello scorso anno, alle nostre note sull’accordo di collaborazione per la cessione della ferrovia Roma-Giardinetti, anche alla luce dei numerosi solleciti formali e informali del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili”. “A novembre - spiega Calabrese - abbiamo trasmesso alla Regione Lazio la proposta di accordo per la trasformazione della Roma-Giardinetti in tranvia veloce, conseguente alla cessione della linea a Roma Capitale, così da sbloccare i 213 milioni di euro fermi al Ministero. La nostra Amministrazione ha presentato un progetto preciso, dettagliato e finanziato. Ora dalla Regione ci vengono chieste nuove fantomatiche carte. Dovrebbero spiegarci, piuttosto, cosa aspettano a rispondere alle nostre note e a riattivare, intanto, la tratta Centocelle-Giardinetti, che rimarrà una loro esclusiva competenza fino all’avvio dei lavori”.

(foto it.wikinews.org)

 
Articolo pubblicato su Trasporti & Mobilità del 21 aprile 2021.