Ingressi pedonali protetti per i bambini che intendono andare a scuola a piedi o in bicicletta. Ecco il progetto Strade Scolastiche.

Schede primarie

Entrare e uscire da scuola in piena sicurezza, grazie alla realizzazione di aree pedonali temporanee che impediscono alle auto di avvicinarsi ai cancelli degli istituti. 
Per stimolare l’autonomia dei più piccoli, incentivare la socializzazione e l’uso di mezzi di trasporto sostenibili come la bicicletta.
Nella Capitale, è iniziata la sperimentazione della campagna nazionale “Strade Scolastiche” il cui obiettivo è proprio rendere più sicure e accessibili le aree di ingresso agli istituti. “Siamo partiti con le prime scuole, dopo aver programmato gli interventi con la Polizia Locale di Roma Capitale, condividendoli, inoltre, con i dirigenti scolastici e i Municipi” - ha fatto sapere, attraverso un post su Facebook, il vicesindaco con delega alla Città in Movimento, Pietro Calabrese.
“In particolare, il progetto prevede la pedonalizzazione per pochi minuti, una volta a settimana, della strada di accesso ai plessi scolastici negli orari di ingresso e uscita dei bambini. La Polizia Municipale posiziona le transenne negli orari di chiusura della strada all’accesso della scuola e poi le rimuove al termine.
I giorni e gli orari dei divieti temporanei di transito vengono concordati insieme con gli istituti scolastici. “Due giorni fa – ha raccontato Calabrese - sono stato presso una delle 17 scuole che hanno aderito al progetto, l’Istituto comprensivo Madre Teresa di Calcutta, in via Vittorio Olcese, nel V Municipio. Credo sia importante che tutti possano raggiungere le scuole a piedi o in bicicletta senza doversi districare nel traffico o nelle auto parcheggiate in doppia fila. 
Il nostro obiettivo è estendere l’iniziativa ad altri istituti - ha concluso Calabrese - anche attraverso la riqualificazione e la messa in sicurezza delle aree di accesso e con l’avvio di progetti partecipati a favore della mobilità attiva e sostenibile”.
 
Articolo pubblicato sulla freepress Trasporti & Mobilità del 23 aprile 2021.