Più sicurezza stradale per pedoni e automobilisti con i nuovi 29 attraversamenti pedonali luminosi

Schede primarie

Un elemento di sicurezza per gli utenti della strada, a partire da pedoni e automobilisti.

E’ questa la funzione degli attraversamenti pedonali luminosi, in gergo Apl, che hanno visto un incremento a Roma nell’annus horribilis della pandemia.

I nuovi impianti recentemente realizzati sono in tutto 29: di questi, venti sono stati completati lo scorso anno, compresi alcuni impianti sperimentali, ossia le strisce pedonali luminose che a differenza delle strisce ordinarie sono caratterizzate dalla presenza di luci a Led sull’intero percorso da un lato all’altro della carreggiata. Al contrario, gli attraversamenti pedonali luminosi “tradizionali” sono normali strisce illuminate dall’alto con un sistema di fari. In entrambi i casi, la luce si attiva al crepuscolo: i sistemi di accensione sono dotati di sensori che percepiscono la scarsa luminosità dell’ambiente e avviano l’impianto. Sia gli Apl sperimentali che quelli tradizionali sono dotati di segnaletica verticale retroilluminata, per essere ancora più visibili, e luci lampeggianti sui pali. L’installazione degli Apl tradizionali è terminata nel dicembre 2020. Gli impianti sperimentali sono stati invece completati a marzo.

Questi ultimi sono stati installati in viale Newton, in via di Pietralata all’altezza di via Pan, in via del Fosso di Bravetta all’incrocio con via Amodei e in via Casilina all’altezza della fermata Borghesiana della Metro C.