A Roma l’auto si conferma la preferita per gli spostamenti Ma si vorrebbe più trasporto pubblico. Bene la micromobilità

L’automobile resta la scelta più diffusa tra i romani, anche per quando saremo fuori della pandemia. Ma il trasporto pubblico continua a recitare un ruolo fondamentale con prospettive di crescita, soprattutto di fronte a un ampliamento dell’offerta e si conferma l’importanza della mobilità con biciclette o monopattini.
La fotografia è frutto di un’indagine presentata dall’Aci di Roma, realizzata in collaborazione con la Fondazione Filippo Caracciolo. Intervistati 1.200 soci dell’Automobile Club.
Il trasporto pubblico potrebbe diventare la prima scelta di mobilità per il 35,6 per cento dei romani. Intanto bici e monopattini, che a gennaio raccoglievano il 4 per cento delle preferenze, ora viaggiano verso il 10 per cento e, in futuro, potrebbero essere preferiti da 1 cittadino su 4. L’indagine fotografa anche la disponibilità al rinnovamento del parco veicolare nella Capitale: “L’83 per cento degli intervistati dichiara che non comprerà un’auto nel 2021. Le vetture ibride sono le più ambite con il 44% dei consensi, mentre le alimentazioni a benzina, diesel e gpl si attestano ciascuna sul 15% delle preferenze. Le auto totalmente elettriche convincono oggi solo il 6,4% dei cittadini, soprattutto a causa dei costi elevati e della disponibilità limitata di colonnine di ricarica”. Lo studio completo è su roma.aci.it.
(foto it.motor1.com)
 
Articolo pubblicato su Trasporti & Mobilità dell'8 aprile 2021.