IT | EN

Da gennaio biciclette e monopattini elettrici in condivisione

Schede primarie

Entrano in vigore i nuovi regolamenti varati dal Campidoglio

ll nuovo anno porterà, sul fronte della cosiddetta micromobilità sostenibile, nuove regole nei servizi di biciclette a pedalata assistita e monopattini elettrici a noleggio. Il Campidoglio ha definito le linee guida e, nel caso dei monopattini, pubblicato il bando. Obiettivi dichiarati: razionalizzare e rendere più omogenea la presenza di questi mezzi su tutto il territorio cittadino, accrescere decoro, sicurezza e integrazione con la rete del trasporto pubblico.

REGOLE. Sintetizzando, gli operatori autorizzati e selezionati con l’avviso pubblico, saranno al massimo tre. Diventa obbligatoria la targa metallica su ogni veicolo con aggiunta di QR Code che ne permette l’identificazione immediata attraverso dispositivi elettronici; saranno individuate, dal Comune, apposite aree No parking e altre dove si potranno lasciare i mezzi.

VELOCITA’ CONSENTITE. La velocità dei mezzi sarà limitata a 25 km/h per le bici; 20km/h che diventano automaticamente 6km/h nelle aree pedonali per i monopattini. Per iscriversi al servizio sarà obbligatoria la carta di identità. Il noleggio delle biciclette sarà aperto anche ai minorenni, a differenza di quanto avverrà per i monopattini. Ogni operatore autorizzato, dovrà corrispondere a Roma Capitale un canone variabile tra 1 e 4 euro al mese per ciascun mezzo, per un numero compreso tra un minimo di 2500 e un massimo di 3mila veicoli. Il monitoraggio, automatizzato della localizzazione dei mezzi verrà effettuato ogni ora attraverso la piattaforma applicativa di Roma Capitale. In caso di infrazioni, le società di nolo rischiano dalla sospensione alla revoca dell’autorizzazione. Per l’assegnazione del noleggio saranno tra le altre valutate la sostenibilità ambientale, la possibilità di offrire abbonamenti, le agevolazioni per gli utenti del trasporto pubblico e gli sconti per spostamenti sistematici. L’assessore capitolino ai Trasporti, Eugenio Patanè ha dichiarato: “Mettiamo ordine definitivamente al settore della micromobilità in sharing. Obiettivo, è quello di potenziare il ricorso a mezzi in modalità sostenibile, usandoli dove, come e quando servono, ma evitando che siano posteggiati ovunque. Per questo abbiamo posto vincoli più stringenti a tutela del decoro urbano e della sicurezza, chiedendo agli operatori una distribuzione più equilibrata in tutti i Municipi e non solo nel Centro storico”.

ISO 9001