IT | EN

Gli italiani sempre più orientati al noleggio a lungo termine “green”

Schede primarie

Il dato emerge dall’ultimo rapporto dell’Aniasa-Confindustria

Continua a crescere l’interesse dei privati verso il noleggio di vetture a lungo termine, specialmente elettriche ed ibride. In queste settimane, anche grazie agli incentivi (seppur limitati al 50%), il settore del noleggio veicoli sta registrando una forte ripresa degli ordini di queste vetture, superiore del 30% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. La clientela privata (con o senza partita IVA) del settore ha ormai raggiunto quota 170mila. È questa l’istantanea che emerge dall’analisi realizzata da Aniasa, l’Associazione che all’interno di Confindustria rappresenta il settore dei servizi di mobilità, che fornisce uno spaccato dei nuovi scenari del mercato dell’auto sempre più proiettato all’uso rispetto alla proprietà. È in deciso aumento il numero di privati che scelgono forme di mobilità pay-peruse rinunciando all’acquisto della vettura: nei primi dieci mesi dell’anno sono arrivati a quota 170.000 (suddivisi tra 95.000 muniti solo di codice fiscale e 75.000 dotati anche di partita Iva). “La penetrazione del noleggio a lungo termine presso i privati - osserva il presidente Aniasa - Alberto Viano - rappresenta uno dei mega trend della mobilità a livello internazionale, con il graduale passaggio dalla proprietà all’uso dell’auto. Il noleggio costituisce lo strumento più diretto ed economicamente sostenibile per la transizione ecologica del nostro parco circolante. Per imprimere un’ulteriore accelerazione alla diffusione di queste alimentazioni – prosegue Viano - chiediamo al Governo di portare l’attuale misura degli incentivi dal 50% al 100%, riequilibrando la situazione rispetto alla proprietà ed al leasing” - ha concluso il presidente di Aniasa.

ISO 9001