IT | EN
segui @romamobilita su telegram segui @romamobilita su twitter logo mastodon segui RomaMobilita su Facebook Romamobilita su Instagram segui Roma Mobilità su Linkedin segui Roma Mobilità su YouTube

Monopattini elettrici, allo studio il giro di vite sui mezzi privati. Limite a 20 km orari, casco obbligatorio, targa e assicurazione

Schede primarie

Micromobilità e sicurezza stradale

Velocità massima 20 km orari, come già avviene per i monopattini a noleggio, casco obbligatorio anche per i maggiorenni, targa, assicurazione di responsabilità civile e l’installazione di limitatori di velocità e strumenti in grado di bloccare automaticamente il mezzo quando vi si sale in due persone. Sono le ipotesi in campo per aumentare la sicurezza stradale degli utilizzatori di monopattini elettrici.

Un giro di vite caldeggiato dal ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Matteo Salvini e visto di buon occhio anche da Assosharing, l’associazione che riunisce i principali operatori della sharing mobility in Italia che in una nota ha dichiarato: “Esprimiamo soddisfazione per l’attenzione posta dal ministro Matteo Salvini sul versante dei monopattini privati e sui controlli relativi alle caratteristiche tecniche e funzionali dei mezzi che vengono venduti ai consumatori. In particolare, Assosharing ha da sempre sottolineato l’importanza di equiparare le disposizioni applicate ai monopattini in condivisione anche ai mezzi privati, questi ultimi ampiamente diffusi in Italia grazie agli incentivi introdotti dai precedenti governi, a garanzia di un rafforzamento della sicurezza di tutti gli utenti della strada.

Ad esempio - prosegue il comunicato di Assosharing - i mezzi privati su due ruote, che raggiungono velocità superiori ai 20 km/h sfuggendo spesso ai controlli, rappresentano la causa principale, quasi assoluta, alla base degli incidenti”. Una differenza netta con i monopattini in sharing, per i quali è già in vigore il limite di 20 km/h. Grazie a questa soglia si registrano 2,07 incidenti ogni 100 mila km percorsi con monopattini in sharing e 5,01 ogni 100 mila spostamenti, come indicato da uno studio dell’Osservatorio sulla Sharing Mobility. Sta dando i suoi frutti, dunque, la stretta collaborazione tra gli operatori del settore e le istituzioni con il primo importante risultato raggiunto con il limite di velocità massimo ssato a 20 km orari per i mezzi a noleggio, entrato in vigore già dalla ne del 2021. Inoltre, il rispetto del limite di velocità di 20 km è anche assicurato dal controllo da remoto svolto costantemente dai gestori a tutela degli utenti e dei cittadini. “Assosharing - conclude la nota diramata dall’associazione - conferma la piena disponibilità all’interlocuzione con il ministero e le autorità competenti in materia di sicurezza stradale”. 

A cura della redazione giornalistica di Roma Servizi per la Mobilità

Articolo pubblicato su Trasport&Mobilità - Reg. Trib. Roma n. 163 del 24/4/2001 - Redazione: piazzale degli Archivi 40 - 00144 Roma

Condizioni d'uso

Il dominio www.romamobilita.it e il logo Roma Servizi per la Mobilità sono protetti e di proprietà di Roma Servizi per la Mobilità S.r.l., con sede in via di Vigna Murata 60, 00143 Roma. Ogni diritto sui contenuti (a titolo esemplificativo testi, immagini e architettura) è riservato ai sensi della normativa vigente. Salvo dove esplicitamente indicato, tutto il materiale contenuto non può essere riprodotto per ricavarne lucro, o per distribuirlo come proprio.  Leggi tutto