Per il tram 2 Atac pronta ad affidare la gara per il rinnovo dell’intera infrastruttura

Lavori al via entro l’estate

Tram 2, Atac è pronta a intervenire per far fronte al degrado dell’armamento che da novembre impedisce ai tram di viaggiare lungo i binari che collegano piazza Mancini apiazzale Flaminio. Nell’immediato c’è la somma di circa un milione da spendere. I lavori dovrebbero essere affidati entro l’estate e dovrebbero durare circa 9 mesi per cui per rivedere il tram 2 sui binari bisognerà aspettare il 2022. Ma l’intenzione di accelerare i tempi c’è come ha spiegato l’ingegner Stefano Pisani capo manutenzioni Atac. “Dobbiamo sostituire tratti di binari, curve e uno scambio usurati. Contiamo di affidare la gara entro l’estate e iniziare i lavori a stretto giro, dureranno 9 mesi ma lavoreremo insieme  all’impresa per cercare di ridurre i tempi”. Una volontà confermata anche da Alberto Di Lorenzo del VII Dipartimento Mobilità. “Noi assicuriamo un continuo monitoraggio sulle attività e i tempi di Atac per cui siamo ottimisti che tali tempi possano ridursi”. Di Lorenzo ha fatto sapere che sul versante trasporti sono arrivati investimenti importanti. “Il punto di svolta– ha detto – si è verificato a metà 2019 con l’adozione del Pums da parte dell’amministrazione comunale. Lì si è cominciato a fare sul serio”. Nel frattempo, in attesa dei lavori, lungo la tratta del tram 2 continuano a viaggiare i  bus sostitutivi.

Ma le corse, secondo le associazioni degli utenti, sarebbero poche rispetto alle esigenze del territorio.

E proprio partendo da questa richiesta, dal 7 aprile, quando torneranno in strada le linee bus S, la rete di collegamenti integrativi a servizio di studenti e lavoratori, gestita da Astral per conto della Regione, in collaborazione con Atac e Roma Servizi per la Mobilità, la “S03 Belle Arti aumenterà le corse, portando la sua frequenza da 7 a 4 minuti.