Partecipazione

PUMS piano urbano della mobilità sostenibile di Roma

L’Amministrazione, in linea con le sue linee programmatiche, per dotare la città di un sistema di mobilità al livello delle altre capitali europee, si sta avvalendo di uno strumento di programmazione delle nuove infrastrutture di trasporto che possa definire le priorità dei prossimi 5-10 anni delle opere da realizzare.

Questo strumento è il PUMS, Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, che è stato elaborato attraverso un percorso tecnico partecipativo della durata di circa dodici-diciotto mesi e che ha previsto le seguenti fasi:

1. L’approvazione preventiva di un complesso di opere definite invarianti.Si tratta di opere che, al netto di successive verifiche progettuali, rappresentano le priorità definite dall’Amministrazione e la base da integrare con tutte le ulteriori infrastrutture che comporranno il PUMS

2. La definizione del cronoprogramma delle attività con indicazione dell’elenco degli elaborati

3. Lo sviluppo della piattaforma digitale di ascolto, che ha consentito di divulgare ai cittadini i documenti inerenti il piano stesso e il programma di massima, consentendo anche la gestione della fase di consultazione. La partecipazione ha permesso ai cittadini di proporre interventi sulla rete di trasporto pubblico (bus, tranvie, metropolitane, nodo ferroviario di Roma, nodi di scambio), sulla rete ciclabile e pedonale, sullo sviluppo di azioni di medio periodo atte a favorire lo sviluppo della mobilità sostenibile

4. La redazione delle linee guida del PUMS, compatibili con quelle europee, tenendo conto dei risultati del tavolo istituito presso il MIT – Ministero Infrastrutture e Trasporti, finalizzato alla redazione delle linee guida italiane

5. La definizione e implementazione degli indicatori per il monitoraggio degli effetti del Piano

6. Lo svolgimento della valutazione trasportistica e di fattibilità tecnica delle proposte e la sintesi degli interventi su scenari di rete per singola tematica. Gli scenari sono composti solo da opere che risultano adeguate dal punto di vista del rapporto domanda di trasporto/capacità di offerta, fattibili tecnicamente. I risultati delle valutazioni sono stati pubblicati sul portale

7. La gestione della partecipazione dei cittadini nella fase di scelta delle alternative proposte tra i diversi scenari pubblicati, utilizzando analisi multicriteri. La fase di ascolto delle proposte si è svolta anche attraverso incontri organizzati in ambito municipale

8. L’avvio della procedura di Verifica VAS – Valutazione Ambientale Strategica, finalizzata ad accertare se un piano o un programma debba o meno essere assoggettato alla procedura VAS stessa.

9. L’adozione da parte della Giunta Capitolina del documento di PUMS

10. La pubblicazione del PUMS per 30 giorni per ricevere le osservazioni della cittadinanza, degli Enti Locali e delle organizzazioni territoriali

11. L’approvazione da parte dell’Assemblea Capitolina.

Il processo che porta alla redazione del PUMS vede come attori principali i cittadini, i quali, nella fase di consultazione, avranno la possibilità di suggerire, per i diversi piani di settore discussi nel capitolo 7, le opere che reputano più efficaci per la città.

Ultimato il processo di collazionamento delle proposte, ne è stata valutata l’efficacia trasportistica e verificata la fattibilità tecnica. Compito dell’Amministrazione è stato quello di coordinare e integrare le proposte pervenute su scala urbana e metropolitana.

Nell’individuazione dello scenario finale, la cittadinanza sta avendo di nuovo un ruolo importante, esprimendo il proprio parere rispetto alle soluzioni che ha ritenuto più efficaci per la città.

Anche dopo la sua approvazione, il PUMS non sarà immediatamente esecutivo. Esso, infatti, affida l’esecuzione delle misure operative a Piani e Programmi Attuativi di breve periodo, costituiti da programmi triennali legati alla programmazione di bilancio, i quali a loro volta si attuano tramite programmi di spesa annuali.

Questa impostazione è coerente con la concezione del PUMS come piano strutturale e strategico (o piano direttore). Infatti, un piano di questa natura deve affrontare le questioni di fondo, deve farsi portatore della visione di sistema e degli scenari del suo cambiamento, e deve mantenere la sua validità sul periodo lungo.

Il Piano diventerebbe uno strumento eccessivamente complesso e pesante, se dovesse farsi carico anche delle più minute misure operative che l’attuazione della sua strategia richiede. Per assicurare la piena copertura di tutte le problematiche settoriali rilevanti del PUMS sono stati definiti i seguenti piani di settore:

  • Piano del trasporto pubblico

  • Piano della rete infrastrutturale

  • Piano della logistica urbana

  • Piano del sistema della ciclabilità

  • Piano delle Isole ambientali

  • Piano della sicurezza stradale

  • Piano per l’accessibilità di tutti per tutti

  • Piano per la diffusione delle tecnologie telematiche

Il percorso partecipato è iniziato a settembre 2017 con una prima fase di ascolto.

I cittadini hanno potuto inviare proposte, opinioni e progetti in una sezione dedicata del Portale ed esprimere preferenze e commenti sulle proposte pubblicate come attinenti il PUMS (“Proposte dei cittadini”).

A tutte le proposte pervenute è stata assicurata risposta, comprese quelle non inerenti il PUMS (proposte non pubblicate) le quali sono state comunque indirizzate ad enti e strutture competenti per le opportune valutazioni e i possibili interventi.

Le proposte inerenti il PUMS sono state assegnate  e valutate dal Comitato Scientifico e la Segreteria Tecnica in termini di effettiva congruenza con il PUMS, di pre-fattibilità tecnica, di onerosità, di valore socio-economico, di gradimento espresso dai cittadini (voti registrati sul Portale) ed infine di opportunità ed urgenza di realizzazione.

Conclusa la prima fase, per la condivisione delle decisioni di pianificazione delineate in fase di studio (obiettivi) e la selezione dei progetti da inserire negli scenari di mobilità, è stata attivata una seconda fase di ascolto: un’indagine sulla cittadinanza per testare gradimento e priorità sia degli obiettivi generali che di quelli specifici correlati, per:

  • dare piena attuazione alla volontà dell’Amministrazione Capitolina di rispondere alle esigenze del territorio attraverso una pianificazione partecipata e sostenibile;

  • conoscere le preferenze dei cittadini secondo una scala di gradimento e priorità;

  • aprire alla più ampia partecipazione mediante diversi canali di contatto;

  • ottenere una rappresentatività territoriale (zone PGTU) e demografica dei dati (genere, età, titolo di studio, professione) rispetto alla popolazione romana;

  • verificare e migliorare il livello di conoscenza del PUMS e delle sue finalità presso i cittadini.

Nel mese di luglio 2018 sono state condotte 2 indagini distinte (utilizzando il medesimo questionario):

  • un sondaggio su campione rappresentativo di residenti-domiciliati a Roma con interviste telefoniche (CATI), per avere una lettura dei dati che fosse rappresentativa della popolazione romana (2.000 interviste);

  • la veicolazione del questionario mediante il canale ON-LINE sul Portale del PUMS e sui siti web di Roma Servizi e Roma Capitale, per dare massima diffusione al sondaggio fra coloro che hanno partecipato alla prima fase di ascolto. (Pervenuti 5.415 questionari).

A conclusione della ricerca, è stata costruita una graduatoria di priorità per le aree di pianificazione (macro-obiettivi generali), una per le aree di intervento (obiettivi specifici) e verificate le 3 aree di pianificazione di maggior importanza per i cittadini.

 (marzo-maggio 2019)

La terza fase di partecipazione ha avuto lo scopo di raccogliere le proposte, le considerazioni e le idee da dare all’Amministrazione per arricchire e perfezionare il PUMS prima della sua definizione finale.

Si è articolata in due modalità. La prima prevedeva una serie di tre incontri con i cittadini, le Associazioni, i Comitati:

  • il primo incontro per illustrare il PUMS nel suo complesso;

  • il secondo incontro per illustrare il PUMS nei suoi dettagli e con riferimento ai territori municipali, raccogliere e discutere le opinioni dei partecipanti sul PUMS stesso;

  • il terzo incontro per illustrare gli esiti dei primi due.

Tutte le riunioni sono state organizzate con i Municipi e si sono svolte secondo il calendario pubblicato.

Per chi non ha potuto partecipare, era prevista la possibilità di esprimere la propria opinione compilando un modulo - che è stato disponibile sul portale fino al 20 maggio 2019.

TERZO CICLO DI INCONTRI

  • Martedì 7 maggio: Municipi XII XIII XIV presso la Sala Consiliare del Municipio XII in via Aurelia 470, ore 17.00

  • Giovedì 9 maggio: Municipi III - IV - XV presso la Sala Consiliare del Municipio XV, in via Flaminia 872, ore 17.00

  • Lunedì 13 maggio: Municipi X - XI presso il Teatro del Lido di Ostia, in via delle Sirene 22, ore 17.00

  • Martedì 14 maggio: Municipi V - VI - VII presso la Casa della Cultura, in via Casilina 665, ore 17.00

  • Giovedì 16 maggio: Municipi VIII - IX presso la Sala del Consiglio VIII Municipio, in via Benedetto Croce, ore 17.00

  • Lunedì 20 maggio: Municipi I - II presso lo  Scout Center, in largo dello Scautismo 1, ore 17.00

Scarica
calendario, resoconti e video degli incontri con i Municipi

 

SECONDO CICLO DI INCONTRI

  • Lunedì 8 aprile: Municipi X - XI presso il Teatro del Lido di Ostia, in via delle Sirene 22, ore 17.00

  • Martedì 9 aprile: Municipi XII - XIII - XIV presso la Sala Consiliare, in via Aurelia 470, ore 17.00

  • Giovedì 11 aprile: Municipi III - IV - XV presso la Sala Consiliare, in piazza Sempione 15, ore 17.00

  • Lunedì  15 aprile: Municipi I - II presso lo Scout Center, in largo della Scautismo 1, ore 17.00

  • Martedì 16 aprile: Municipi V - VI - VII presso la Sala Consiliare del Municipio VI, in via Duilio Cambellotti 11, ore 17.00

  • Giovedì 18 aprile: Municipii VIII - IX presso la Sala Consiliare del Municipio IX, in largo Peter Benenson, ore 17.00

SCARICA
la presentazione del II ciclo di incontri

 

PRIMO CICLO DI INCONTRI

  • Lunedì 18 marzo: Municipi V - VI - VII presso la Sala Consiliare del Municipio VII, in piazza Cinecittà 11, ore 17.00

  • Lunedì 25 marzo: Municipi X - XI presso la Sala Consiliare del Municipio XI, in via Marino Mazzacurati 75, ore 17.00

  • Martedì 26 marzo: Municipi XII - XIII - XIV presso la Sala Consiliare del Municipio XIII, in via Aurelia 470, ore 17.00

  • Mercoledì 27 marzo: Municipi I - II presso la Sala Consiliare del Municipio I,  in via della Greca 5, ore 17.30

  • Giovedì 28 marzo: Municipi III - IV - XV presso il Centro Culturale “G. Ferri”, in via Galantara 7, ore 17.00

  • Venerdì 29 marzo: Municipi VIII - IX presso la Sala Consiliare del Municipio VIII, in via Benedetto Croce 50, ore 17.00

SCARICA
la presentazione del I ciclo di incontri