Autocarri e distribuzione merci

Il sistema distributivo e della logistica urbana è supportato da un sistema di regole ed incentivi attuate da Roma Capitale che riguardano sia la regolamentazione degli accessi, attraverso l’istituzione della ZTL merci e le restrizioni di peso e dimensioni dei veicoli in ingresso sia le misure fiscali attraverso la tariffazione e gli incentivi per l’acquisto di veicoli ecologici. La Delibera 245/11 di Giunta Capitolina fissa infatti differenti importi dei permessi per l’accesso, la circolazione e la sosta nella ZTL Centro Storico e Trastevere dei veicoli adibiti al trasporto merci, in relazione alla categoria emissiva, applicando maggiori oneri per le categorie più inquinanti.

I progetti a carattere nazionale come il Van Sharing elettrico per la distribuzione urbana delle merci, unitamente a quelli a carattere europeo tutt’ora in corso (NOVELOG e CITYLAB) o appena conclusi (SMARTSET), concorrono ad approfondire il tema della distribuzione urbana, individuando misure ed azioni da attuare per ottimizzare il sistema distributivo delle merci. A maggio 2016 è stato inaugurata e promossa da Roma Servizi per la Mobilità, la prima postazione di Van Sharing elettrico per il trasporto delle merci nel centro storico.

Il nuovo Piano Generale del Traffico Urbano fornisce gli indirizzi per l’elaborazione o l’aggiornamento dei Piani di settore, tra cui il Piano delle Merci e della Logistica Urbana. L’obiettivo è il contenimento dell’impatto dei veicoli commerciali circolanti attraverso l’adozione di misure riguardanti l’aggregazione dei soggetti che distribuiscono merci, l’aumento del coefficiente di riempimento dei veicoli, il cambio di alimentazione dei mezzi e la razionalizzazione delle aree di carico/scarico merci.

Inoltre dal 19 novembre 2016 sono attivi i varchi elettronici della Ztl AF1 Vam (in funzione dalle 5 alle 24) per il controllo degli ingressi dei veicoli e i complessi di veicoli di lunghezza superiore ai 7,5 metri. Gli impianti sorvegliano il perimetro della ZTL AF1 VAM.

In verde la nuova ZTL AF1 VAM, in arancione le ZTL Merci e Trastevere, in giallo la ZTL Centro Storico diurna.

 

Dal 25 gennaio cambiano le modalità di ingresso degli autocarri con lunghezza superiore a 7,5 metri non dotati di permesso a titolo oneroso: gli utenti che hanno disposizione questa tipologia di veicoli possono registrarsi online e comunicare l'ingresso nella ZTL VAM. Viene concessa un'autorizzazione per l'ingresso nella ZTL VAM senza il rilascio di alcun contrassegno cartaceo, alla quale è assegnata la scadenza al 30 aprile 2017 (data in cui cessa la sperimentazione della ZTL AF1 VAM).

L'applicativo è collegato in tempo reale con i sistemi dell'Agenzia delle Entrate e della Motorizzazione Civile, in modo da consentire l'immediata acquisizione dei dati societari (partita IVA, sede legale) e delle caratteristiche dei veicoli (lunghezza, ecc.) senza che debbano essere comunicati dall'utente.

Le autorizzazioni già concesse per effetto delle comunicazioni trasmesse via PEC nello scorso periodo rimangono valide; non sarà, pertanto, necessario effettuare una nuova richiesta online.

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi nella tua casella di posta gli aggiornamenti sui nostri servizi.  
 Ho letto e accetto i termini e le condizioni dell'informativa Privacy