Euro3diesel

Trasporto disabili individuale: verifica dell'esito della domanda

A seguito dell'approvazione della nuova DD QG 1087 del 4 novembre 2019, l'Amministrazione Capitolina ha approvato la graduatoria unica aggiornata relativa al “Regolamento dei servizi, misure ed interventi per la mobilità individuale delle persone con disabilità".

Coloro che hanno presentato nei termini previsti la domanda per la fruizione dei servizi di mobilità individuale (ai sensi delle Deliberazioni di Assemblea n. 129/2018 e n. 47/2019) - possono verificare l'ammissione ai servizi di trasporto e il punteggio definitivo assegnato alla domanda accedendo alla pagina informativa personale, e inserendo le credenziali già in proprio possesso.

In caso di accoglimento della domanda, per consentire l'attivazione del servizio di mobilità, è necessario trasmettere la seguente documentazione (se non già fornita in fase di domanda o di soccorso istruttorio):

  • per la categoria TERAPIA: dichiarazione del centro di terapia con indicazione del piano terapeutico: luogo, durata, frequenza settimanale e orari della terapia;

  • per la categoria SPORT: autocertificazione relativa a luogo, durata, frequenza settimanale e orari di svolgimento dell'attività;

  • per le categorie LAVORO e STUDIO/TIROCINIO - solo nel caso in cui non fosse già stata prodotta in sede di prima presentazione della domanda o non risultasse aggiornata: dichiarazione del datore di lavoro (oppure autocertificazione, in caso di impiego pubblico), del responsabile dell'istituto di alta formazione o del responsabile della struttura per il tirocinio formativo attestante luogo, durata, frequenza settimanale e orari di studio/lavoro/tirocinio;

  • per la categoria ATTIVITA' SOCIALI: nessuna certificazione (la rendicontazione sarà effettuata in automatico per mezzo dell’Applicazione informatica sviluppata da Roma Servizi per la Mobilità e data in dotazione ai nuovi vettori);

  • per la categoria AUTOGESTITO:

1. un contratto di assunzione di collaboratore familiare, regolarmente comunicato e avente numero identificante il rapporto di lavoro, secondo il CCNL - Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro - sulla disciplina del rapporto di lavoro domestico del 16 luglio 2013 che prevede, all’art. 10, anche l’inquadramento come autista rispetto al CCNL di categoria; 

2. le buste paga, una volta elaborate e con cadenza mensile, firmate per ricevuta dal lavoratore, attestanti tutte le voci previste dalla normativa salariale vigente; 

3. le ricevute attestanti il versamento trimestrale dei contributi previdenziali dovuti all’INPS, riferiti all’orario di lavoro svolto e alla relativa retribuzione; 

4. non essendo consentito l’uso economico del veicolo, che permetterebbe altrimenti l’utilizzo di licenziatari (taxi, ncc) secondo la definizione di “uso terzi” del Nuovo Codice della Strada (D.Lgs. 285/92 s.m.i. - art. 82 comma 4), la carta di circolazione del mezzo di trasporto utilizzato, se adattato e omologato per il trasporto/guida disabili nonché munito delle necessarie omologazioni e periodicamente aggiornato delle revisioni, deve essere intestata al richiedente del servizio o comunque al datore di lavoro presente sul contratto sopra indicato o ad altro familiare cui la persona con disabilità è fiscalmente a carico o ad altra persona diversa dall’autista. Non è ammesso il contributo per trasporti effettuati con mezzo intestato all’autista, ai familiari dello stesso autista indicati nell’art. 433 del codice civile e ai suoi conviventi. In caso di mezzo non di proprietà del richiedente il servizio, sarà necessario produrre il titolo che ne autorizza l’impiego (comodato gratuito, ecc.). Da detto documento dovrà risultare che il proprietario è consapevole di essere responsabile per eventuali danni arrecati a terzi, che superino il valore delle somme assicurate; 

5. l’attestato di assicurazione RCT del mezzo impiegato, debitamente quietanzato, da produrre alla scadenza di ciascun periodo di copertura, comprensivo di polizza assicurativa del conducente; 

6. è fatto divieto di portare alla rendicontazione integrale la documentazione utilizzata per rendicontare i servizi saish/saisa in forma indiretta, già erogati dai servizi sociali municipali, fatta salva la rendicontazione per la parte eventualmente eccedente e non rimborsata dai Municipi; 

7. l’atto di impegno, riguardante la progettualità saish/saisa, sottoscritto con il Municipio di appartenenza. Resta a carico dell’utente ogni onere economico diretto ed indiretto nella gestione dell’automezzo utilizzato nonché il rispetto del CCNL con l’accompagnatore scelto.

 

N.B. Si ricorda che il servizio di mobilità verrà attivato solo dopo aver ricevuto la documentazione sopra indicata, se non già fornita in fase di domanda o di soccorso istruttorio. 

La documentazione richiesta per ciascuna categoria/tipologia deve essere prodotta tramite i seguenti canali:

  • consegna presso lo sportello al pubblico di piazzale degli Archivi 40 (lunedì/venerdì dalle 8.30 alle 16.00); in caso di presentazione da parte di soggetto delegato, è necessaria delega scritta e firmata e copia dei documenti identificativi del delegante e del delegato;

  • trasmissione via PEC all'indirizzo: disabili.trasportoindividuale@pec.romamobilita.it