IT | EN

#RomaGiocaSostenibile - Sei Nazioni 2022

Schede primarie

Data di inizio dell'evento: 
13-02-2022

english version

Raggiungere l'Olimpico in modo sostenibile

Anche quest'anno, per il nono anno consecutivo, in occasione delle due partite casalinghe del Torneo di rugby delle Sei Nazioni (Italia-Inghilterra del 13 febbraio e Italia-Scozia del 12 marzo) Roma Servizi per la Mobilità - con il patrocinio di F.I.R, Sport e Salute e Roma Capitale - fornisce una guida utile ai tifosi per raggiungere lo Stadio Olimpico con il trasporto pubblico, a piedi o in bicicletta.

"Durante il Sei Nazioni l’unica macchina utile è quella della mischia, spostiamoci a piedi in bici e con i mezzi pubblici. La mobilità attiva è il vaccino per la nostra città! #RomaGiocaSostenibile".

L’obiettivo, previsto dal progetto europeo HandShake - di cui Roma Servizi per la Mobilità è partner - e supportato anche da FIAB, Ambasciata dei Paesi Bassi, KYOTO Club, Healthy Stadia, BYCS e Bicycle Heroes, è far diventare la Capitale una città sempre più sostenibile, elevando la qualità di vita di cittadini e turisti attraverso l’incremento della mobilità attiva e contemporaneamente combattendo il cambiamento climatico.

Scairca la mappa in PDF

Per i ciclisti sono a disposizione - presso il parcheggio di via Franchetti e di via Nigra - le nuove rastrelliere acquistate da Roma Capitale raggiungibili attraverso il percorso ciclabile indicato nella mappa.

sponsor Roma Gioca Sostenibile 2022

Da Termini all'Olimpico (metro + tram + 10 minuti a piedi)

Alla Stazione Termini prendere la Metro A (direzione Battistini) per quattro fermate. Scendere alla stazione Flaminio.

Prendere il tram 2 per sette fermate. Scendere al capolinea in piazza Mancini.
 

Proseguire a piedi verso lo Stadio Olimpico oltrepassando il ponte Duca d’Aosta.

 

Dalla metro Ottaviano-S.Pietro all'Olimpico (autobus + 5 minuti a piedi)

Da stazione metro Ottaviano (zona S. Pietro) allo Stadio Olimpico (autobus + 5 minuti a piedi).

All’uscita Metro A Ottaviano (via Barletta) prendere il bus 32 per sette fermate. Scendere alla fermata De Bosis.

Proseguire a piedi fino alla Stadio Olimpico.

 

Dalla metro Ottaviano-S. Pietro all'Olimpico (bicicletta + 5 minuti a piedi)

All’uscita della Metro A Ottaviano (via Barletta) prendere la ciclabile direzione viale Angelico. Su via Capoprati, dopo circa 2 Km, si giunge a ponte Duca d’Aosta. Salite le scale a livello strada, il parcheggio per le biciclette è a sinistra dell’obelisco.

 

Dalla Metro A (bicicletta)

L’accesso con biciclette sulle linee metro A, B/B1 e C è consentito tutti i giorni per l'intera durata del servizio.

Per gli abbonati Metrebus il trasporto della bicicletta è gratuito, altrimenti va acquistato un biglietto anche per la bicicletta. Le biciclette pieghevoli viaggiano gratuitamente. Inoltre è possibile viaggiare con la bici su alcune linee bus e tram.

 

Biglietti

Titoli di viaggioBIT
(€ 1,50)

valido per 100 minuti dalla prima timbratura su bus, tram e sui bus Cotral all’interno del territorio di Roma. Vale un’unica corsa in metro.

Titoli di viaggioROMA 24H/48H/72H
(€ 7,00/12,50/18,00)

valido 24/48/72 ore dalla prima timbratura e per un numero illimitato di viaggi su bus, tram, metro e bus Cotral nel territorio di Roma.

Per tutte le informazioni sui titoli di viaggio: www.atac.roma.it.

ChiamaTaxi 060609

ChiamaTaxiChiamaTaxi riduce i tempi d’attesa e il costo del servizio. Chiama il taxi dal tuo smartphone o tablet, comunica la tua posizione via touch, GPS o con riconoscimento vocale, e parla subito con il taxi più vicino: potrai stimare il tempo di arrivo così come l’attesa.

Disponibile per iOS e Android o chiamando lo 060609.

Persone con disabilità

Permessi per persone con disabilitàI titolari di contrassegno per persone con disabilità potranno parcheggiare l’auto in viale dei Gladiatori, via Nigra e viale Alberto Blanc.

Un evento sostenibile - ISO 20121

Il torneo Guinness 6 Nazioni viene organizzato seguendo principi di sostenibilità ed è certificato ISO 20121, standard internazionale per gli eventi sostenibili.

La Federazione Italiana Rugby, insieme ai suoi partner, si è impegnata a progettare e realizzare l'evento in coerenza con gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 delle Nazioni Unite, attuando - a partire da questa edizione - azioni volte a ridurre l'impronta ecologica dell'evento e valorizzarne le ricadute etico-sociali.

Partner di FedeRugby

Atac

MATERIALI DA SCARICARE

ISO 9001