Conferimento in cooperativa

Schede primarie

Il Conferimento in Cooperativa è l’atto amministrativo con il quale il titolare di licenza taxi conferisce la gestione amministrativa ed economica della propria licenza ad una Cooperativa di Produzione e Lavoro, ferma restante la titolarità in capo al conferente.

  • L.R. 21/92 (art. 7)

  • L.R. 58/93 (art.6)

  • D.A.C. 68/2011 (art.6)

  • Sentenza T.A.R n. 407/2017

  • Titolare di licenza artigiano

  • Legale Rappresentante Cooperativa di Produzione e Lavoro

  • Legale Rappresentante della Cooperativa di Produzione e Lavoro

  • Agenzia di servizi, a fronte dell'acquisizione sul portale della specifica delega ad operare per conto del richiedente

Sul portale Taxi/Ncc Web, il procedimento richiede l’inserimento del numero di licenza che si vuole conferire e la trasmissione del verbale del Cda della Cooperativa di produzione e lavoro che ha deliberato il conferimento.

Per le istanze inoltrate dal Legale Rappresentante della Cooperativa di Produzione e Lavoro per conto dei soci conferenti, è prevista l’ulteriore trasmissione della dichiarazione di presa d’atto, sottoscritta dal titolare di licenza conferito.

A completamento dell’istanza è previsto il pagamento di € 37,00 (di cui € 16,00 per imposte di bollo e € 21,00 per diritti d'istruttoria) secondo le modalità indicate sulla piattaforma.

Mediante l’apposita funzione, l’utente procede all’invio dell’istanza agli Uffici preposti e, a seguito dell’attività istruttoria da questi condotta, se positiva, riceve la presa d’atto del Conferimento in Cooperativa richiesto.

In ottemperanza a quanto stabilito dalle normative vigenti, l’efficacia del conferimento in cooperativa è subordinato all’aggiornamento della titolarità del veicolo associato alla licenza, che deve essere esclusivamente di proprietà della medesima cooperativa o in usufrutto alla stessa per effetto di comodato registrato.

 

Scadenza permessi prorogataProroga permessi

I permessi e le autorizzazioni scaduti SOLO tra il 31/1/2020 e il 31/3/2022 sono stati prorogati al 29 giugno 2022.

FAQFAQ

Hai bisogno di aiuto? Consulta le nostre risposte alle domande frequenti

ISO 9001