Trasferimento licenza

Il Trasferimento licenza è l'atto amministrativo che autorizza il passaggio di titolarità della licenza tra due soggetti, denominati cedente e cessionario.

  • L. 21 del 15.01.1992 (art.9)

  • L.R. 58 del 26.10.1993 (art.8 - 17)

  • D.A.C. 68/2011 (art.9 -19)

  • Titolare di licenza – soggetto artigiano

  • Titolare di licenza – socio di cooperativa di produzione e lavoro

Il trasferimento licenza è consentito nei casi in cui il cedente sia alternativamente in possesso dei seguenti requisiti

  • sia titolare di licenza da più di cinque anni

  • abbia raggiunto il sessantesimo anno di età

  • sia inabile o inidoneo allo svolgimento della professione (allegando certificazione medico legale rilasciata dalla ASL di appartenenza).

In caso di decesso del titolare della licenza, gli eredi possono richiedere - entro due anni dall'evento - il trasferimento ad uno di loro, in possesso dei requisiti, oppure a un soggetto terzo. In presenza di eredi minori è necessario un pronunciamento del Giudice Tutelare. Se la licenza, nel periodo di due anni dal decesso del titolare, viene intestata a un erede senza requisiti, è necessario nominare un sostituto alla guida.

Il titolare di licenza può designare un cessionario che, al momento della notifica del trasferimento:

  • non svolga altra attività lavorativa

  • non abbia trasferito altra licenza taxi o autorizzazione Ncc negli ultimi cinque anni

  • non sia titolare di altra licenza taxi o autorizzazione Ncc rilasciata da altro Comune.

Gli ulteriori requisiti fisici e morali del cessionario designato vengono accertati dai nostri uffici mediante le opportune verifiche presso Procura, Questura e CCIAA ed in caso di esito negativo non è possibile procedere alla notifica del trasferimento.

Acquisiti i riscontri relativi al cessionario, in sede di Seconda Firma, la notifica del trasferimento è poi subordinata alla presentazione, presso i nostri uffici, dell’atto di trasferimento registrato presso l’Agenzia delle Entrate e, nel caso di licenza conferita a cooperativa di produzione e lavoro, del verbale del Cda della stessa che attesti il subentro in qualità di socio conferente del nuovo titolare della licenza, ovvero verbale di recesso, decadenza o esclusione nel caso in cui intervenga un'interruzione del rapporto di collaborazione fra il cedente e la Cooperativa prima della conclusione dell’iter amministrativo.

La domanda di trasferimento deve essere trasmessa via PEC dal titolare di licenza o dal cessionario.

L’istanza deve essere trasmessa a: taxincc.trasferimentilicenze@pec.agenziamobilita.roma.it  allegando copia scansionata del modulo di richiesta (Trasferimento licenza Cedente - Trasferimento licenza Cessionario - Trasferimento licenza Eredi) e copia dei documenti identificativi, in corso di validità, di cedente e cessionario. I nostri uffici attiveranno i controlli di competenza, e ottenuti i relativi riscontri invieranno una mail per fissare un appuntamento per il completamento dell’istanza.
 
La conclusione del trasferimento licenza, ovvero “Seconda Firma”, verrà invece effettuata presso i nostri uffici, in piazzale degli Archivi,40 dove è richiesta obbligatoriamente la presenza di entrambi i soggetti, cedente e cessionario

 

Compila il questionario Conosci Roma Servizi per la Mobilità e tutti i suoi servizi? Aiutaci a migliorare, compila il questionario.