Come muoversi a Roma per la Distribuzione delle Merci.

Carico e scarico merci. Come accedere nelle Zone a Traffico Limitato di Roma

Il sistema distributivo e della logistica urbana

 

Il sistema è supportato da un sistema di regole ed incentivi attuate da Roma Capitale che riguardano sia la regolamentazione degli accessi, attraverso l’istituzione della ZTL merci e le restrizioni di peso e dimensioni dei veicoli in ingresso sia le misure fiscali attraverso la tariffazione. La Delibera 245/11 di Giunta Capitolina fissa infatti differenti importi dei permessi per l’accesso, la circolazione e la sosta nella ZTL Centro Storico e Trastevere dei veicoli adibiti al trasporto merci, in relazione alla categoria emissiva, applicando maggiori oneri per le categorie più inquinanti.

I progetti a carattere nazionale come il Van Sharing elettrico per la distribuzione urbana delle merci, unitamente a quelli a carattere europeo tutt’ora in corso (NOVELOG e CITYLAB) o appena conclusi (SMARTSET), concorrono ad approfondire il tema della distribuzione urbana, individuando misure ed azioni da attuare per ottimizzare il sistema distributivo delle merci. A maggio 2016 è stato inaugurata e promossa da Roma Servizi per la Mobilità, la prima postazione di Van Sharing elettrico per il trasporto delle merci nel centro storico.

Il nuovo Piano Generale del Traffico Urbano fornisce gli indirizzi per l’elaborazione o l’aggiornamento dei Piani di settore, tra cui il Piano delle Merci e della Logistica Urbana. L’obiettivo è il contenimento dell’impatto dei veicoli commerciali circolanti attraverso l’adozione di misure riguardanti l’aggregazione dei soggetti che distribuiscono merci, l’aumento del coefficiente di riempimento dei veicoli, il cambio di alimentazione dei mezzi e la razionalizzazione delle aree di carico/scarico merci.

Inoltre da novembre 2016 sono attivi i varchi elettronici della Ztl AF1 Vam (in funzione dalle 5 alle 24) per il controllo degli ingressi dei veicoli e i complessi di veicoli di lunghezza superiore ai 7,5 metri. Gli impianti sorvegliano il perimetro della ZTL AF1 VAM.

ZTL AF1VAM (per autocarri superiori a 7,5 metri)

Quando è attiva la ZTL AF1 VAM

La Zona a Traffico Limitato (ZTL) AF1 VAM è chiusa agli autocarri superiori ai 7,5 metri:

  • dalle 5.00 alle 24.00 tutti i giorni

Ingresso nella ZTL AF1 VAM

Gli autocarri con lunghezza superiore a 7,5 metri non dotati di permesso a titolo oneroso dal 19 novembre 2016 possono entrare nella ZTL AF1 VAM - restando comunque fuori dal perimetro delle ZTL Distribuzione Merci e Trastevere e della ZTL Centro Storico - registrandosi on line e comunicando l'ingresso nella ZTL VAM. Viene concessa un'autorizzazione per l'ingresso nella ZTL VAM senza il rilascio di alcun contrassegno cartaceo, alla quale è assegnata la scadenza al 31 dicembre 2021 (nuovo termine della sperimentazione). L'applicativo è collegato in tempo reale con i sistemi dell'Agenzia delle Entrate e della Motorizzazione Civile, in modo da consentire l'immediata acquisizione dei dati societari (partita IVA, sede legale) e delle caratteristiche dei veicoli (lunghezza, ecc.) senza che debbano essere comunicati dall'utente.

Le autorizzazioni già concesse per effetto delle comunicazioni trasmesse via PEC nello scorso periodo rimangono valide; non sarà, pertanto, necessario effettuare una nuova richiesta online.

ZTL Distribuzione Merci

Quando è attiva la ZTL Distribuzione Merci

Le fasce orarie di divieto d'accesso si differenziano a seconda della categoria antinquinamento del veicolo:

  • dalle 17.30 alle 20.00:
    autocarri fino a 35 q.li Euro 4, 5 e 6;
  • dalle 7.00 alle 20.00:
    autocarri oltre 35 q.li Euro 4, 5 e 6;
    autocarri oltre 65 q.li elettrici, GPL, metano, ibridi e elettrici bimodali

Ingresso in ZTL Merci

Divieto di accesso alla ZTL Distribuzione Merci e ZTL Trastevere agli autocarri (benzina e diesel) Euro 0, 1, 2 e 3.

Le limitazioni orarie sono in vigore anche per i veicoli Euro 6 blindati per trasporto valori o con allestimento isotermico senza limitazioni di peso, utilizzati per altre categorie di distribuzione merci.

Per gli autocarri che non sono utilizzati per la distribuzione merci (e che rientrano nelle categorie di seguito elencate), non è prevista l’applicazione delle suddette limitazioni orarie, ma per circolare nelle ZTL (negli orari di attivazione dei varchi) dovranno comunque essere muniti di autorizzazione:

  • autocarri che svolgono servizio pubblico: Forze di Polizia, AMA, autoparco di Roma Capitale, Aziende del Tpl, trasporti pubblici di linea, taxi e NCC

  • mezzi adibiti alla rimozione dei veicoli in sosta di intralcio

  • veicoli car pooling e car sharing

  • veicoli a servizio delle persone con disabilità.

  • autocarri utilizzati dalle aziende e gli Enti impegnati nell'attività di realizzazione, riparazione e manutenzione delle reti (Acea, Telecom, Enel, Eni, Italgas) e nei servizi postali, i quali per circolare dovranno comunque essere muniti di permesso

  • autocarri alimentati a GPL, metano, elettrico o bimodale con funzionamento in elettrico.

L'accesso e la circolazione nellla Zona a Traffico Limitato (ZTL) Merci - che comprende anche le ZTL TridenteCentro Storico e Trastevere - è consentito ai veicoli utilizzati per la distribuzione delle merci SOLO se muniti di permesso :

Sui contrassegni sono indicati la categoria emissiva del veicolo, la data di prima immatricolazione e la tipologia di alimentazione, oltre ad eventuali limitazioni orarie all'accesso, dipendenti dalle caratteristiche tecniche del mezzo da autorizzare (massa, alimentazione, caratteristiche emissive) e dalla tipologia di merci da trasportare, sulla base di quanto stabilito dalla Delibera di Giunta n. 245/2011.

Sosta su strada in ZTL Merci (per carico/scarico merce)

È consentita la sosta negli appositi stalli esclusivamente per le operazioni di carico/scarico merce per un periodo massimo di 30 minuti e con utilizzo obbligatorio del disco orario. Unica eccezione riguarda la ZTL A1 – Tridente, area in cui possono circolare e sostare esclusivamente coloro che sono specificatamente autorizzati. E' obbligatorio esporre il disco orario.

   Rione  Aree sosta    Rione Aree sosta
 I  Monti  42  XII  Ripa  5
 II  Trevi  16  XIII  Trastevere  26
 III  Colonna  13  XIV  Borgo  no ztl
 IV  Campo Marzio  21  XV  Esquilino  68
 V  Ponte  5  XVI  Ludovisi  22
 VI Parione 12   XVII Sallustiano  15 
 VII Regola 11   XVIII Castro Pretorio 62 
 VIII Sant'Eustachio 20  XIX Celio 16
 IX Pigna 5  XX Testaccio 25
 X Campitelli 1  XXI San Saba 1
 XI Sant'Angelo 1  XXII Prati no ztl
       TOTALE  

 387

 

Piano Generale del Traffico UrbanoIl Piano Generale del Traffico Urbano (PGTU) è un documento di pianificazione e programmazione che definisce l'idea di città in movimento che si vuole perseguire.

PUMSIl PUMS (Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile) è un piano strategico che sviluppa una visione di sistema della mobilità, con un orizzonte temporale di breve, medio e lungo periodo.

ULaaDSIl progetto ULaaDS (Urban Logistics as a Demand), formalmente iniziato il 1° settembre 2020, ha l'obiettivo di individuare e implementare soluzioni logistiche innovative, che rispondono alle crescenti esigenze scaturite dall'economia "on demand", garantendo operazioni di distribuzione merci a basso impatto.

Roma, in qualità di città satellite, applicherà il nuovo toolkit creato in ULaaDS e la metodologia complessiva per co-creare ulteriori soluzioni rilevanti per la città, nonché schemi per potenziali sperimentazioni.

  • Città di Brema (Germany)

  • BAX INNOVATION CONSULTING SL (BAX), BARCELONA (Spain),

  • RYTLE GMBH, BREMEN (Germany)

  • ALLGEMEINER DEUTSCHER FAHRRAD-CLUB LANDESVERBAND BREMEN (Germany)

  • STAD MECHELEN (MALINES), MECHELEN (Belgium)

  • UPS LIMITED, FELTHAM (United Kingdom)

  • IV-ENT  WAVER (Belgium)

  • VIAVAN TECHNOLOGIES, AMSTERDAM (Netherlands)

  • VLAAMS INSTITUUT VOOR DE LOGISTIEK VZW (VIL), BERCHEM (Belgium)

  • BPOST (bpost SA), BRUSSEL 1000, (Belgium)

  • MIEBACH CONSULTING SA (Miebach), BARCELONA (Spain)

  • GEMEENTE GRONINGEN (GRONINGEN), GRONINGEN (Netherlands)

  • RIJKSUNIVERSITEIT GRONINGEN (RUG), GRONINGEN (Netherlands)

  • DROPPER BV (Dropper B.V.), GRONINGEN (Netherlands)

  • OV BUREAU ASSEN (Netherlands)

  • Austrian Mobility Research FGM - AMOR, GRAZ (Austria)

  • TRANSPORTOKONOMISK INSTITUTT (TOI), OSLO (Norway)

  • Fraunhofer Institut, MUNCHEN (Germany)

  • EUROCITIES ASBL (EUROCITIES), BRUXELLES (Belgium)

  • BERGEN KOMMUNE (CITY OF BERGEN), BERGEN (Norway)

  • TRANSPORT FOR EDINBURGH LTD (T.f.Edinburgh), EDINBURGH (United Kingdom)

  • ROMA SERVIZI PER LA MOBILITA SRL (RSM), ROMA 00143

  • MUNICIPALITY OF ALBA IULIA, ALBA IULIA (Romania)

  • to-be-now-logistics-research-gmbh (tbnlr), LILIENTHAL (Germany)

 

 

Roma si concentrerà sull'adozione di soluzioni innovative di logistica urbana, applicando un approccio basato su diversi livelli di esperienze. Il primo livello è quello dei Living labs di Oslo, Göteborg e Amburgo, mentre il secondo riguarda le "città follower" Bologna, Monaco e Roma, tutte localizzate nel corridoio Ten-T Scan-Med.

La proposta di progetto è stata ammessa a finanziamento a dicembre 2020. Il progetto vede la partecipazione dell'Università Roma 3, in sinergia con le attività promosse da Roma Capitale per il Living Lab Logistica, e delle associazioni POLIS ed EUROCITIES.

Il budget di Roma Servizi per la Mobilità è pari a circa € 220.000,00 euro finanziati al 70% e la durata del progetto è di 48 mesi.

  • Polis, Bruxelles

  • Oslo kommune Oslo (Norway)

  • Hamburg (Germany)

  • Goteborg (Sweden)

  • Eurocities (Brussels)

  • Certh, Thessaloniki (Greece)

  • Viken (Norway)

  • Urbansharing

  • Volvo 

  • Città metropolitana di Bologna (Italy)

  • TOI (Norway)

  • TNO The Hague (Holland)

  • Muenchen (Germany)

  • Renova

  • Roma Servizi per la Mobilità, Roma

  • Uniroma3, Roma

  • Deutschebahn (Germany)

  • Ruter (Public transport authority) Norway

 

smartec

Il progetto "e-smartec" (sustainable mobility with MARketing TEChniques) ha come obiettivo il coinvolgimento dei cittadini nella definizione di un nuovo modello di mobilità sostenibile.

L’approccio utilizzato è orientato a rinforzare la pianificazione strategica modificando il comportamento della cittadinanza nell’utilizzo dei trasporti pubblici, in particolare persuadendo i residenti ad adottare azioni proattive nei confronti delle istituzioni pubbliche locali competenti nella gestione dell’architettura urbana.

L’obiettivo specifico è quello di responsabilizzare la collettività coinvolgendola nei processi decisionali che definiscono il sistema di trasporto urbano, nonché supportare la stessa nella transizione da uno stile di vita auto-centrico/individuale a uno più condiviso (smart city). A tal fine verranno identificate, studiate ed impiegate le più efficaci ed avanzate tecniche di marketing, nonché sistemi decisionali partecipativi.

  • Centre for Research and Technology Hellas - Thessaloniki (Grecia);

  • Region of Central Macedonia (Grecia);

  • Coventry University Enterprises Ltd  - Coventry (Regno Unito)

  • Promotion of Operational Links with Integrated Services – POLIS  - Bruxelles (Belgio);

  • Link Campus University - Roma (Italia)

  • Roma Servizi per la Mobilità - Roma (Italia);

  • University of Žilina (Rep. Slovacca);

  • Municipality of Venlo (Olanda);

  • Hessen Trade & Invest GmbH / Centre of Competence for Sustainable Urban Mobility - HTAI/CC-SUM (Germania).

Le Policy pubbliche sulle quali si interverrà sono principalmente i Programmi Operativi delle Regioni (POR) e i SUMP (o PUMS - Piani Urbani di Mobilità Sostenibile).

Il progetto ha una durata di 36 mesi, dal 1 agosto 2019 al 31 luglio 2022 ed è co-finanziato con i fondi INTERREG EUROPE – European Regional Development Fund – IV Call.