Deposito Centocelle

Il deposito officina di Centocelle si trova sulla via Casilina, in direzione centro. Il deposito officina è l’ultimo dei tre di cui era dotata la ex ferrovia Roma-Fiuggi-Frosinone: gli altri, Genazzano e Fiuggi, furono chiusi all’abbandono della tratta extraurbana.

La realizzazione dell’impianto risale al 1916-1917, anno in cui fu inaugurata la prima tratta Roma Genazzano ed ha rivestito sempre un’importanza maggiore rispetto agli altri.

Attualmente il deposito ospita tutti i 28 convogli di cui è dotata la linea 28. La maggioranza dei treni trova spazio nel piazzale lato Giardinetti, dove è presente anche un edificio con un’officina per riparazioni generali dotata di due binari con relative buche d’ispezione.

Nel piazzale è presente anche l’impianto di lavaggio dei treni, mentre uno spazio è riservato all’assemblaggio delle traverse di cemento con le rotaie.

Nell’area dove è assemblato il nuovo armamento, è presente anche la rampa per l’immissione in linea del materiale rotabile.

Il piazzale che ospita il complesso delle officine si trova invece sul lato Laziali e ospita i reparti per la manutenzione e riparazione suddivisi in:

  • elettrico ed elettronico;
  • meccanica;
  • motori;
  • verniceria;
  • magazzino ricambi.

L’edificio può ospitare al suo interno sei treni su altrettanti binari, dei quali quattro dotati di buca per ispezione e manutenzione di organi elettrici e meccanici dei sottocassa.

Contemporaneamente alla riduzione dell’impianto lato Giardinetti durante la realizzazione della nuova stazione di Parco di Centocelle della linea C della metropolitana è stato realizzato un nuovo impianto di depolverizzazione.

IL PROGETTO

Il nuovo deposito è stato dimensionato per permettere il rimessaggio e la manutenzione di 35 veicoli (su un fabbisogno di 22). Sia i binari per la manutenzione che gli stalli di sosta sono dimensionati per vetture che potranno avere lunghezza fino a 40 m. Nell’impianto sono ubicati tutti gli edifici e gli impianti necessari per la manutenzione dei veicoli compreso il tornio in fossa.

Gli edifici e le aree funzionali presenti nel deposito saranno i seguenti:

  • stazione d’ispezione e di rifornimento;
  • rimessa del materiale rotabile;
  • officina di manutenzione del materiale rotabile;
  • magazzino;
  • impianto di lavaggio;
  • posto centrale del deposito (PCD);
  • edificio portineria, locale conducenti e uffici;
  • centrale impianti di deposito;
  • sottostazione elettrica;
  • locale pulizia interna dei veicoli;
  • locale rifiuti;
  • deposito materiali infiammabili;
  • area di magazzinaggio all’aperto;
  • parcheggio per dipendenti;
  • parcheggio per visitatori.

L’intervento di progetto consentirà di garantire la manutenzione giornaliera, preventiva e correttiva.