Fase 2, bonus per mobilità alternativa

Il riconoscimento di un buono mobilità sino a 500 euro per acquistare biciclette e monopattini, elettrici e non. Ma anche per utilizzare i veicoli della mobilità condivisa.
 
E' la proposta, in dirittura d'arrivo, per evitare l'incremento del traffico privato incentivando misure alternative di spostamento, secondo quando annunciato dal ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Paola De Micheli nel corso dell'audizione davanti alla commissione Trasporti della Camera.
 
Con l'avvio della seconda fase di emergenza sanitaria, i dati nazionali circa gli spostamenti avvenuti utilizzando trasporti sia pubblici sia privati segnalano 3 milioni di persone in movimento. Di questi, il 10 per cento si sposta a bordo del trasporto pubblico. E già dal 17 maggio inizierà la fase 2.1 dei trasporti, con correttivi e integrazioni, "sulla base - ha spiegato De Micheli - del monitoraggio dei flussi effettuati sull'utenza".
 
"Nell'ambito dell'interlocuzione con il Comitato tecnico scientifico ed i rappresentanti del settore" si potranno studiare "nuovi modelli sperimentali che garantiscano il diritto alla mobilità ed il diritto alla salute". Tuttavia è innegabile il momento di profonda difficoltà che stanno attraversando tutte le aziende che forniscono il servizio di trasporto pubblico. E' il motivo per cui nel decreto che ormai viene definito il "decreo maggio"  sono previste misure a sostegno del settore dei trasporti "come l'istituzione - precisa De Micheli - di un fondo per la compensazione dei danni subiti dal trasporto pubblico locale". Qualche centinaio di milioni per compensare le perdite del tpl "non pesando - conclude De Micheli - sui soci, che sono i Comuni e le Regioni". (red) 

a cura della redazione giornalistica di Roma Servizi per la Mobilità