Fase 2, più spostamenti in metro

Hanno funzionato i modelli di previsione sulla fase 2 realizzati da Roma Servizi per la mobilità, in collaborazione con le Università La Sapienza, Tor Vergata, Roma Tre e con il centro studi Sony. La commissione mobilità ha fatto il punto sui primi giorni del dopo lockdown. Il presidente e ad di Roma Servizi per la mobilità, Stefano Brinchi, ha spiegato il valore degli studi fatti assieme agli Atenei: “I grafici – ha detto – hanno consentito di capire in anticipo quale sarebbe stata la domanda di trasporto programmando ad hoc gli interventi. Confrontando le nostre previsioni e i dati reali si vede con chiarezza che i modelli erano giusti. Il sistema, quindi, è affidabile. E permetterà di calibrare ancora meglio le azioni in vista della riapertura degli esercizi commerciali prevista per il 18 maggio”. Analizzando i dati sulla fase 2, forniti costantemente dall’Atac, si rileva un incremento degli spostamenti in metro. Sempre nell'ambito di una generale forte contrazione della domanda di mobilità rispetto al periodo pre covid, dal 4 maggio si è comunque registrato un incremento del 9 per cento di passeggeri ai tornelli della metropolitana rispetto al dato del 24 marzo (quando il calo era stato pari al 95 per cento in confronto al giorno medio pre Covid, mentre il 4 maggio è stato dell'84).
Stessa tendenza per gli spostamenti pedonali in Centro passati dal -95 per cento del 24 marzo al -87 del 4 maggio (quindi con un +8 per cento di persone in più sulla strada).
 
Per il traffico privato si è registrato, sempre tra il 24 marzo e il 4 maggio, un aumento del 29 per cento di autovetture in circolazione (passate da -69 per cento a -40) e un incremento del 15 per cento per i mezzi pesanti (passati da -40 a - 25). 
 
Sul versante Atac, durante la Commissione è stato ricordato il grande lavoro che si sta compiendo per monitorare il numero dei passeggeri a bordo – con gli autisti che possono lanciare un alert alla centrale se notano un sovraffollamento, in metro invece è in arrivo un blocco tornelli automatico al superamento del numero stabilito – e l’efficienza del servizio. Su alcune linee dove sono state registrate criticità si è già intervenuti per calibrare meglio le corse. Altri aggiustamenti arriveranno da lunedì.

a cura della redazione giornalistica di Roma Servizi per la Mobilità