Scegli il nuovo viale Marconi

Sette ipotesi per velocizzare il trasporto pubblico. Questionario non vincolante per l'Amministrazione comunale

Situazione attuale di Viale Marconi

Il progetto è inserito come capitolo di spesa all’interno del bilancio di Roma Capitale. A novembre 2016, in Commissione Mobilità, è stato dato indirizzo al Dipartimento Mobilità e Trasporti di sviluppare, con l’ausilio dell’Agenzia della Mobilità, più ipotesi progettuali per migliorare il servizio di trasporto pubblico della zona. Le soluzioni da studiare dovevano garantire vivibilità e miglioramento ambientale.

L’intervento, scelto tra le soluzioni che saranno qui illustrate, punta a fornire, nell’ambito del PUMS (Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile) una corsia preferenziale per il trasporto pubblico in entrambe le direzioni compatibile, perlomeno in alcune varianti, con un possibile futuro tram. Buona parte delle ipotesi prevede, inoltre, la realizzazione della pista ciclabile, preservando per il traffico privato due corsie per senso di marcia. Tutte le soluzioni sono compatibili con un assetto futuro di implementazione di nuova sosta che verrà generata con la realizzazione del PUP di Piazzale della Radio. Ulteriori ambiti di rivisitazione dell’attuale disciplina di sosta, non considerati nel bilancio della sosta delle proposte riportate di seguito, potranno essere analizzati su lungotevere degli Inventori e lungotevere di Pietra Papa, anche tramite il recupero di aree oggi dismesse.

Sosta

Per quanto riguarda i parcheggi, con il nuovo assetto su viale Marconi sparirà la sosta illegale al centro della carreggiata. Le auto si potranno lasciare solo lateralmente (in una o in entrambe le direzioni, in fila o a spina a seconda dell’ipotesi presa in considerazione), tranne che per l’ipotesi 2 dove è prevista la sosta al centro della carreggiata in alcuni tratti.

Attualmente, lungo la strada, ci sono 214 stalli dove è consentito parcheggiare legalmente, non considerando i 556 posti al centro della strada, che saranno in ogni caso eliminati, dove la sosta è illegale.

In alcune ipotesi verrà recuperata sosta fino a compensare l’attuale offerta (legale + illegale). Come si vedrà, le diverse opzioni prevedono, fatta eccezione per l’ipotesi 1, un numero di stalli che oscilla tra i 140 e i 720

Nelle varie soluzioni studiate i tempi medi di percorrenza del Tpl diminuiscono in modo considerevole con punte fino al 34%.

Nella prima ipotesi di progetto si prevede la realizzazione della corsia preferenziale in destra anche nella carreggiata in direzione EUR, parimenti a quella già esistente in direzione centro. Le corsie preferenziali per il trasporto pubblico, una per senso di marcia, quindi, sono poste ai lati. I filari di alberi restano nell’attuale posizione mentre le corsie delle auto, due per senso di marcia, sono poste al centro della carreggiata. Nel progetto non ci sono le ciclabili ma si potrebbero inserire tra la preferenziale ed il marciapiede destro attuale, riducendo l’ampiezza delle corsie per le auto.

Pro

  • costo basso e tempi rapidi di realizzazione
  • nessun impatto sul deflusso veicolare

Contro

  • nessun posto auto
  • assenza di pista ciclabile
  • la corsia preferenziale non è adatta al transito dei tram
AlberiCostiTraffico privato

CONSULTAZIONE CHIUSA

Nella seconda ipotesi vengono sacrificati gli alberi al centro della strada. La preferenziale in direzione Eur viene posta centralmente alla carreggiata mentre quella in direzione piazzale della Radio è al lato della corsia. Il traffico privato conserva due corsie per senso di marcia con parcheggi, in fila, disposti solo sul lato in direzione Eur ed a spina al posto dello spartitraffico centrale in direzione Piazzale della Radio. Non è prevista la pista ciclabile.

Pro

  • parcheggi in fila (76) solo sulla corsia in direzione Eur
  • parcheggi a spina (100) in alcuni tratti al posto dello spartitraffico centrale in direzione piazzale della Radio
  • costo del progetto di media entità

Contro

  • non è prevista la pista ciclabile
  • la corsia preferenziale non è adatta al transito dei tram
CostiTraffico privato

CONSULTAZIONE CHIUSA

 

In questo caso la corsia preferenziale è posta, in entrambe le direzioni, al centro della carreggiata. Gli alberi posti nello square centrale dovranno essere espiantati e ripiantumati. Il traffico privato mantiene due corsie per ogni senso di marcia. Sui due lati della carreggiata sono previsti parcheggi a spina. Non è prevista la pista ciclabile.

Pro

  • sui due lati della carreggiata sono previsti parcheggi a spina
  • il traffico privato mantiene due corsie per senso di marcia
  • previsti 720 stalli di sosta
  • costo del progetto di media entità

Contro

  • vengono eliminati tutti i lampioni al centro della carreggiata
  • non è prevista la pista ciclabile
  • Vengono eliminati gli alberi al centro della carreggiata
  • la corsia preferenziale non è adatta al transito dei tram
AlberiCostiTraffico privato

CONSULTAZIONE CHIUSA

 

Rappresenta una variante dell’ipotesi precedente con inserimento della pista ciclabile e disposizione della sosta in linea.

Pro

  • sui due lati della carreggiata sono previsti parcheggi in linea
  • il traffico privato mantiene due corsie per senso di marcia
  • previsti 400 stalli di sosta
  • costo del progetto di media entità

Contro

  • vengono eliminati tutti i lampioni al centro della carreggiata
  • vengono eliminati gli alberi al centro della carreggiata
  • la corsia preferenziale non è adatta al transito dei tram
AlberiCostiTraffico privato

CONSULTAZIONE CHIUSA

 

In questo caso è stata pensata una netta separazione tra traffico privato e pubblico. Il primo concentrato solo sulla carreggiata attualmente in direzione EUR, messa a senso unico di marcia in direzione piazzale della Radio; il secondo, a doppio senso di marcia, su quella attualmente in direzione piazzale della Radio. Accanto alla corsia dei bus sorge la pista ciclabile. Sulla carreggiata riservata al traffico privato, lateralmente, sono posizionati parcheggi in fila.

Pro

  • -parcheggi in fila solo su un lato della carreggiata
  • pista ciclabile a doppio senso di marcia
  • non vengono abbattuti gli alberi al centro della strada
  • la corsia preferenziale è adatta anche al transito dei tram
  • previsti 215 stalli di sosta

Contro

  • traffico privato solo nel senso di marcia in direzione Centro
  • alto costo del progetto
AlberiCostiTraffico privato

CONSULTAZIONE CHIUSA

 

Prevede, su una carreggiata, il traffico privato su quattro corsie, due per senso di marcia. Sull’altra carreggiata restano la pista ciclabile e la preferenziale dei bus (o di eventuali tram) a doppio senso di marcia.

Pro

  • traffico privato a doppio senso su quattro corsie
  • non vengono abbattuti gli alberi al centro della strada
  • pista ciclabile e corsia preferenziale dei bus
  • la corsia preferenziale è adatta anche al transito dei tram

Contro

  • problemi di deflusso alle intersezioni dove il nuovo schema di circolazione deve adeguarsi alla viabilità circostante attuale
  • previsti 140 stalli di sosta
  • alto costo del progetto
AlberiCostiTraffico privato

CONSULTAZIONE CHIUSA

 

In questo caso su ciascuna carreggiata, nei due diversi sensi di marcia, sorgono la corsia preferenziale e la ciclabile, al centro della strada (con gli alberi che restano dove sono ora). Su ogni carreggiata al traffico privato sono riservate due corsie per senso di marcia. Lateralmente a ogni carreggiata è disposta una fila di parcheggi, tranne nei punti in cui sono previste le nuove fermate degli autobus.

Pro

  • corsia preferenziale, adatta anche ai tram, e pista ciclabile in ogni senso di marcia
  • parcheggi in fila ai lati di ogni carreggiata;
  • previsti 280 stalli di sosta

Contro

  • costo del progetto di media entità
AlberiCostiTraffico privato

CONSULTAZIONE CHIUSA