Rilevazione e gestione degli incidenti stradali 2013

Seminario tecnico rivolto agli agenti della Polizia Locale Roma Capitale che operano nel settore dell’infortunistica stradale

Il 4 e 5 dicembre 2013, a Roma presso la sala Technotown" di Villa Torlonia, Roma servizi per la mobilità (RSM) ha organizzato due giornate di attività, con il coinvolgimento degli Agenti di Polizia Locale di Roma Capitale (PLRC) che si occupano di infortunistica stradale.

Come soggetti chiamati a intervenire sul luogo dell’incidente, per rilevare e restituire dati ed informazioni significative (numerosità, localizzazione, caratteristiche dei sinistri), gli Agenti assumono particolare rilevanza nel processo di pianificazione e governo della sicurezza stradale,dove le diverse fasi - di analisi del fenomeno, programmazione, progettazione, realizzazione e monitoraggio degli interventi - si fondano proprio sulla bontà e coerenza dei dati raccolti.

L’iniziativa si inquadra nell’ambito delle attività in corso per la costituzione del Centro di Competenza sulla Sicurezza Stradale, una struttura tecnica dedicata alla raccolta, gestione ed elaborazione di dati, che opera presso RSM per conto del Dipartimento Mobilità e Trasporti, a supporto delle attività di programmazione e progettazione dell’Amministrazione.

Gli incontri hanno visto la partecipazione di 40 Agenti, referenti delle attività di infortunistica stradale per i 19 Gruppi, oltre a Fabrizio Bei, rappresentante della U.O. di Francesco Caporaso per il Comando Generale, e al FPL Antonio Bianchi (XVIII Gruppo) che ha partecipato in qualità di docente, confrontandosi direttamente con i suoi colleghi sull’applicabilità e l’utilità dei nuovi metodi proposti.

Lo scenario di riferimento è quello proposto dal Piano Comunale della Sicurezza Stradale (approvato con Del.GC n. 397 del 14 dicembre 2011); in particolare si segue l’assunto secondo cui la sicurezza stradale costituisce un unico processo – “ciclico” e “continuativo” – che coinvolge tutti gli operatori, ciascuno per la propria competenza, per l’obiettivo “comune” di contrastare il fenomeno dell’incidentalità e ridurre il numero delle vittime sulla strada. L’intento principale del seminario è stato dunque quello di accrescere in tutti gli operatori, e nel caso specifico negli Agenti che si occupano di infortunistica stradale, la consapevolezza dell’importanza delle attività di rilevazione e gestione dei “dati di base”, che legittimano e a danno concretezza alle successive attività di analisi degli incidenti, programmazione e progettazione degli interventi, governo e gestione della sicurezza stradale.

Sono stati trattati, inoltre, il tema della condivisione dei criteri per una corretta rilevazione dell’incidente stradale e per la gestione dei dati di incidentalità; la valorizzazione e l’omogeneizzazione delle tecniche e delle modalità operative; la finalizzazione di tali attività a tutto il processo non solo di verbalizzazione dell’incidente ma di governo della sicurezza stradale; e soprattutto, la costruzione di un filo conduttore diretto tra l’agente rilevatore del sinistro, il progettista degli interventi di messa in sicurezza, coloro che dovranno gestire e governare tali interventi, gli stessi agenti che dovranno intervenire con attività di prevenzione e repressione sulla strada.

Nella prima giornata, i tecnici dell'Agenzia per la Mobilità (l’ing. Fabrizio Benvenuti, l’arch. Stefania Pisanti, il dott. Marco Surace) hanno quindi illustrato le suddette assunzioni e finalità, con una rappresentazione esplicativa di come i “dati” raccolti e trasferiti dalla PLRC, siano stati efficacemente utilizzati nel Piano Comunale della Sicurezza Stradale per analizzare le componenti a rischio e gli ambiti a massima criticità, e per determinare le “Azioni prioritarie” nel breve, medio e lungo periodo. A seguire, l’ing. Gabriele Giustiniani, del Centro Trasporti e Logistica dell’Università “Sapienza”, ha decritto i criteri di analisi ed elaborazione dati, riportando l'esperienza condotta nei mesi estivi in collaborazione con la Polizia Locale (in particolare con il X Gruppo) nell'ambito del progetto europeo DaCoTa (investigazione "in-depth" dell'evento incidente), dove l'attività su Roma ha costituito un esempio per venti altri Paesi europei, partner del Progetto.

La recente fornitura - disposta dall’Amministrazione a seguito di un’attività di sperimentazione in collaborazione con la PLRC - di strumenti innovativi che ottimizzano le attività degli Agenti (sia sulla strada che in ufficio) e aumentano la qualità (completezza, coerenza, aggiornamento e trasferibilità) dei dati di base, ha dato spunto, nella seconda giornata di seminario, per illustrare sviluppi e potenzialità dei nuovi sistemi.
In particolare, il Dott. Alessandro Villani della società Verbatel (fornitrice del sistema Gestinc attualmente in uso presso la PLRC per la gestione dati) ha descritto le caratteristiche del nuovo applicativo web che consentirà la trasmissione in tempo reale delle informazioni, la georeferenziazione del dato, la possibilità di autogenerare e trasmettere via web la modulistica. Rappresentando le esigenze, i limiti e le opportunità che si potranno concretizzare nell’utilizzo dei nuovi sistemi e nello svolgimento delle specifiche attività di rilievo e gestione dati, il FPL Antonio Bianchi (del XVIII Gruppo) ha sollecitato un dibattito ampio e proficuo che ha coinvolto tutti i colleghi.

Al termine degli incontri tutti i partecipanti hanno sottolineato la rilevanza e l’utilità dell’iniziativa, anche come opportunità di confrontarsi direttamente e collegialmente su temi, procedure, tecniche e modalità operative. Molti colleghi hanno chiesto di dare continuità all’attività di formazione con iniziative “sistematiche” e “strutturate”, per garantire realmente più alti livelli di efficienza e efficacia alle attività di tutti gli operatori, non solo degli Agenti.

Compila il questionario Conosci Roma Servizi per la Mobilità e tutti i suoi servizi? Aiutaci a migliorare, compila il questionario.