Temporanei

Autorizzazioni giornaliere
(senza rilascio del contrassegno)

RICHIESTA ON LINE

La DGC 856/2000 prevede la possibilità di accedere liberamente e gratuitamente alle ZTL di Roma per medici e alcune figure istituzionali (Sindaci dei Comuni d'Italia, Presidenti delle Città Metropolitane, Presidenti delle Regioni d'Italia) in occasione di particolari esigenze temporanee connesse all'espletamento delle proprie funzioni. Per richiedere l'autorizzazione all'accesso, è necessario effettuare la richiesta online e ottenere immediatamente il contrassegno cartaceo, da esporre durante la circolazione a mero titolo identificativo.

RICHIESTA VIA EMAIL

I titolari di carri attrezzi (sia in servizio privato che su chiamata delle Forze di Polizia) per comunicare il proprio ingresso nelle ZTL Centro Storico e/o Trastevere devono inviare via email la seguente documentazione:

  • richiesta - su carta intestata - con indicazione del dettaglio del servizio svolto (giorno, luogo, veicolo utilizzato)
  • per servizi su chiamata delle Forze di Polizia - attestazione dell'intervento svolto
  • per servizi privati - foglio di intervento e ricevuta di pagamento di € 102,00 per il permesso giornaliero. Il pagamento si effettua sul conto con IBAN IT 07 O 07601 03200 000047172002 intestato a Roma Capitale – Dipartimento Mobilità e Trasporti - Ufficio Permessi Centro Storico.

Per entrambe le tipologie di servizio la concessione di autorizzazioni con validità giornaliera è gratuita per i servizi svolti su chiamata delle Forze di Polizia e a pagamento per i servizi privati.

RICHIESTA TELEFONICA

Per ottenere le autorizzazioni giornaliere per la ZTL (senza rilascio di contrassegno) è possibile chiamare, preventivamente rispetto all'accesso nella ZTL, il Numero Unico 06.57003 per le seguenti categorie:

  • Persone con disabilità (residenti in altri Comuni) - devono comunicare il giorno dell’accesso nella ZTL, la targa, numero del contrassegno speciale di circolazione ed il Comune di residenza;
  • Taxi - titolari di licenze rilasciate da altri Comuni - devono comunicare il giorno dell’accesso nella ZTL, la targa, il numero di licenza, il Comune che ha rilasciato la stessa.

Permessi temporanei
(con rilascio del contrassegno)

L'invio delle richiesta e della documentazione per il nuovo permesso non è sufficiente ad evitare sanzioni amministrative. Solo il possesso del contrassegno costituisce autorizzazione ad accedere alla ZTL.

Chi lo può richiedere

  • Coloro che hanno impedimenti fisici temporanei e che, per recarsi presso la propria attività lavorativa sita in ZTL, non possono utilizzare il Trasporto Pubblico Locale;
  • società che svolgono attività di distribuzione merce in conto proprio e/o in conto terzi e che utilizzano, per tale attività, esclusivamente autocarri;
  • società che svolgono servizi tecnologici (installazione, assistenza, manutenzione, pulizia e lavori edili);

Quanti permessi possono essere rilasciati

  • 1 permesso per i soggetti con impedimenti fisici
  • Secondo richiesta, per le società che svolgono distribuzione merce o servizi tecnologici.

Quale è la validità

  • Massimo 3 mesi per i soggetti con impedimenti fisici.
  • Pari al contratto di lavoro e comunque inferiore ad 1 anno per le società che svolgono distribuzione merce o servizi tecnologici (per i contratti di lavoro con validità superiore deve essere richiesto il contrassegno annuale M o X)

Che cosa ti consente di fare

  • Accedere, circolare e sostare gratuitamente, esclusivamente durante gli orari di vigenza delle limitazioni del transito, nelle ZTL del Centro Storico e del rione Trastevere per i soggetti con impedimenti fisici e per le società che svolgono servizi tecnologici.
  • Accedere e circolare nella ZTL Merci (che comprende anche la ZTL del Centro Storico) e nella ZTL del rione Trastevere per le società che svolgono distribuzione merce. Le fasce orarie di accesso si differenziano a seconda della categoria antinquinamento del veicolo
  • È consentita la sosta negli appositi stalli esclusivamente per le operazioni di carico/scarico merce per un periodo massimo di 30 minuti e con utilizzo obbligatorio del disco orario.
  • Unica eccezione riguarda la ZTL A1 – Tridente, area in cui possono circolare e sostare esclusivamente coloro che sono specificatamente autorizzati.

Come puoi richiedere il permesso

  • via fax, trasmettendo la domanda insieme a copia dei documenti elencati più in basso (documentazione da produrre) e del proprio documento identificativo al numero 06.46956660
  • via posta, trasmettendo la domanda insieme a copia dei documenti elencati più in basso (documentazione da produrre) e del proprio documento identificativo a Roma Servizi per la Mobilità – piazzale degli Archivi 40 - 00144 Roma 
  • allo sportello al pubblico, presentando la domanda insieme a copia dei documenti elencati più in basso (documentazione da produrre), del proprio documento identificativo e dell’eventuale delega + copia del documento del delegato, se necessaria.

Quanto costa

Costo onere concessorio per ogni giorno di autorizzazione (per veicoli):  € 10,00

A tale importo bisogna aggiungere:

  • € 16,00 per il pagamento dell’imposta di bollo virtuale per la richiesta;
  • € 16,00 per il pagamento dell’imposta di bollo virtuale del permesso;
  • € 60,00 per il pagamento dei diritti di istruttoria.

Tali importi rimangono inalterati per richieste con validità superiore ad 1 giorno, mentre l'onere concessorio (€ 10,00) si moltiplica per i giorni dell’autorizzazione fino ad un massimo di 27 giorni totali consecutivi che, pertanto, sono la scadenza massima con cui possono essere rilasciati i contrassegni temporanei. 

In caso di rinnovo dei permessi - anche se aventi prima validità inferiore ai 27 giorni - l'importo va riparametrato nuovamente rispetto alle informazioni sopra indicate.

Come puoi pagare

Per tutte le richieste: il versamento (in un’unica soluzione) è effettuabile tramite:

  • bonifico bancario
    codice IBAN IT 07 O 07601 03200000047172002 (codice BIC BPPIITRRXXX) 
    Dopo ever effettuato il pagamento è necessario presentare o trasmettere copia dell'avvenuta disposizione di pagamento con relativo numero di CRO, da allegare alla documentazione;
  • versamento su conto corrente postale n° 47172002 intestato a Roma Capitale - Dipartimento Mobilità e Trasporti - Ufficio Permessi Centro Storico, da allegare alla documentazione

se invece ti vuoi recare al nostro sportello di piazzale degli Archivi 40 potrai pagare esclusivamente tramite bancomat o carta di credito, al momento della presentazione della domanda.

Documentazione da produrre 

N.B. In caso di richiesta di permesso per un autocarro è TASSATIVA la presentazione di copia del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC)

1. impedimenti fisici temporanei dovuti ad infortuni o momentanee infermità fisiche che diminuiscano sensibilmente la capacità di deambulazione.

La documentazione necessaria al rilascio dei suddetti permessi è la seguente:

  • richiesta di permesso da parte dell’interessato;
  • dichiarazione del datore di lavoro, attestante l’ubicazione degli uffici presso i quali il richiedente di permesso deve recarsi (nel caso di studenti: copia dell’attestato di frequenza scolastica per l’anno in corso);
  • certificato medico rilasciato da una struttura pubblica attestante il periodo presunto di infermità (prognosi) e l’impossibilità ad utilizzare i mezzi pubblici;
  • copia della carta di circolazione del veicolo, ovvero dichiarazione sostitutiva (N.B. non possono essere autorizzati mezzi che presentino una portata massima a pieno carico superiore a 3,5 t. e che non rispettino le direttive minime previste dall’Unione Europea sull’inquinamento ambientale – per i veicoli a benzina: CEE 91/441 e successive, per i veicoli ad accensione spontanea (diesel): 91/542/CEE – fase B e successive, oppure 94/12/CEE e successive);
  • copia del controllo dell'emissione dei gas di scarico del veicolo targati o dichiarazione sostitutiva che riporti numero, data d'effettuazione e officina presso la quale si è svolto l'esame. Si ricorda che tale controllo deve essere effettuato in sede di revisione del veicolo (dopo quattro anni dalla prima immatricolazione, e successivamente ogni due anni);
  • in caso di vettura ceduta in comodato d’uso da partente di parente primo grado: dichiarazione di comodato con la specifica del rapporto giuridico (parentela di primo grado) tra colui che cede l’uso del veicolo ed il richiedente;
  • in caso di vettura ceduta in comodato d’uso da parte di persona giuridica: dichiarazione di comodato con la specifica del rapporto giuridico tra chi cede l’uso del veicolo ed il richiedente;
  • in caso di leasing o noleggio del mezzo: copia del verbale di leasing o noleggio.

2. convegni, conferenze e manifestazioni culturali, sportive, ecc. per gli adempimenti di supporto ad essi connessi.

La documentazione necessaria al rilascio dei suddetti permessi è la seguente: 

  • richiesta di permesso da parte della società interessata;
  • copia del certificato di iscrizione alla C.CI.A.A. (non più vecchia di 6 mesi) della società richiedente  o dichiarazione sostitutiva riportante numero, data di iscrizione,numero di R.E.A., sede legale della società ed attività esercitata;
  • documentazione attestante la necessità di svolgere le attività di allestimento del convegno, della conferenza, della manifestazione, ecc.;
  • copia della carta di circolazione del veicolo, ovvero dichiarazione sostitutiva copia (N.B. non possono essere autorizzati mezzi che presentino una portata massima a pieno carico superiore a 3,5 t. e che, per quanto attiene alle autovetture, non rispettino le direttive minime previste dall’Unione Europea sull’inquinamento ambientale – per i veicoli a benzina: CEE 91/441 e successive, per i veicoli ad accensione spontanea (diesel): 91/542/CEE – fase B e successive, oppure 94/12/CEE e successive. Per la richiesta di permessi per la circolazione degli autocarri, invece, le caratteristiche antinquinamento minime per l'accesso sono quelle Euro 4 e superiori);
  • copia del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) in caso di richiesta per l'accesso in ZTL di un autocarro;
  • copia del controllo dell'emissione dei gas di scarico del veicolo targati o dichiarazione sostitutiva che riporti numero, data d'effettuazione e officina presso la quale si è svoltol'esame. Si ricorda che tale controllo deve essere effettuato in sede di revisione del veicolo (dopo quattro anni dalla prima immatricolazione, e successivamente ogni due anni);
  • in caso di leasing o noleggio del mezzo: copia del verbale di leasing o noleggio.

3. società erogatrici di servizi di natura tecnologica.

La documentazione necessaria al rilascio dei suddetti permessi è la seguente:

  • richiesta di permesso da parte della società interessata;
  • copia del certificato di iscrizione alla C.CI.A.A. (non più vecchia di 6 mesi)  della società richiedente o dichiarazione sostitutiva riportante numero, data di iscrizione, numero di R.E.A., sede legale della società ed attività esercitata;
  • copia dei contratti o dichiarazioni sostitutive dei clienti ubicati in Z.T.L. attestante il lavoro da svolgere all’interno della Zona a Traffico Limitato e la relativa durata temporale;
  • copia della carta di circolazione del veicolo, ovvero dichiarazione sostitutiva (N.B. non possono essere autorizzati mezzi che presentino una portata massima a pieno carico superiore a 3,5 t. e che, per quanto attiene alle autovetture, non rispettino le direttive minime previste dall’Unione Europea sull’inquinamento ambientale – per i veicoli a benzina: CEE 91/441 e successive, per i veicoli ad accensione spontanea (diesel): 91/542/CEE – fase B e successive, oppure 94/12/CEE e successive. Per la richiesta di permessi per la circolazione degli autocarri, invece, le caratteristiche antinquinamento minime per l'accesso sono quelle Euro 4 e superiori);
  • copia del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) in caso di richiesta per l'accesso in ZTL di un autocarro;
  • copia del controllo dell'emissione dei gas di scarico del veicolo targati o dichiarazione sostitutiva che riporti numero, data d'effettuazione e officina presso la quale si è svoltol'esame. Si ricorda che tale controllo deve essere effettuato in sede di revisione del veicolo (dopo quattro anni dalla prima immatricolazione, e successivamente ogni due anni);
  • in caso di leasing o noleggio del mezzo: copia del verbale di leasing o noleggio.

 4. Trasporto materiali voluminosi da parte di privati (i contrassegni consentono il transito e la sosta per la durata massima di tre ore)

La documentazione necessaria al rilascio dei suddetti permessi è la seguente:

  • richiesta di permesso da parte dell’interessato;
  • copia del documento di trasporto del materiale voluminoso;
  • copia della carta di circolazione dell'autocarro, ovvero dichiarazione sostitutiva (N.B. non possono essere autorizzati mezzi che presentino una portata massima  a pieno carico superiore a 3,5 t., o 6,5 t. solo in caso di utilizzo di autocarri con trazione elettrica, elettrica-bimodale, ibrida, GPL o metano, e che non rispettino le caratteristiche antinquinamento Euro 4 e superiori);
  • copia del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) in caso di richiesta per l'accesso in ZTL di un autocarro;
  • copia del controllo dell'emissione dei gas di scarico del veicolo targati o dichiarazione sostitutiva che riporti numero, data d'effettuazione e officina presso la quale si è svoltol'esame. Si ricorda che tale controllo deve essere effettuato in sede di revisione del veicolo (dopo quattro anni dalla prima immatricolazione, e successivamente ogni due anni);
  • in caso di leasing o noleggio del mezzo: copia del verbale di leasing o noleggio.

Modalità di delega

Per tutte le richieste: nel caso in cui la domanda di permesso sia presentata da persona diversa dal richiedente è tassativo presentare delega autografa e copia del documento di identità del delegante.

 

Responsabile del procedimento: Ingegner Luca Avarello

 

Compila il questionario Conosci Roma Servizi per la Mobilità e tutti i suoi servizi? Aiutaci a migliorare, compila il questionario.