iBus Roma

Da gennaio 2016 è operativo il sistema iBus Roma per il monitoraggio delle flotte dei bus turistici, per il monitoraggio e il controllo della mobilità dei bus turistici nel territorio di Roma Capitale.

Il sistema, progettato dall’agenzia Roma servizi per la Mobilità in collaborazione con Autostrade Tech, è basato sull’associazione di ogni veicolo con permesso in abbonamento ad un apparato di bordo (OBU - On Board Unit) installato sulla vettura, che rileva la posizione e comunica i dati al sistema centrale.

Il nuovo sistema è stato sviluppato in modalità desktop e mobile per fornire informazioni e servizi ai fleet manager, agli autisti e a Roma servizi per la mobilità in qualità di gestore del sistema centrale.

Autista

Tramite un'APP Android da scaricare sul proprio smartphone o tablet, l’autista potrà ricevere 3 tipologie di messaggi in modalità push:

  • avviso automatico in caso di accesso ad aree interdette
  • avviso automatico di raggiunta massima permanenza in aree a sosta limitata
  • messaggi e notizie di rilievo sullo stato del traffico cittadino, forniti da Agenzia

Sportello on line Pullman Turistici

Fleet manager

All'interno dello sportello on line il fleet manager potrà:

  • monitorare in qualsiasi momento e in tempo reale la posizione e lo stato dei mezzi appartenenti alla flotta ed effettuare reportistica
  • ricevere le notifiche automatiche in caso di comportamenti irregolari dei mezzi della flotta (accesso aree interdette, sosta oltre il limite consentito, etc)

Roma Servizi per la Mobilità

I dati forniti dal sistema IBus saranno utilizzati per l’attività di monitoraggio e reportistica, in funzione della verifica e della eventuale rimodulazione delle regole del Piano Pullman. Inoltre comunicheremo agli utenti del sistema informazioni aggiornate sullo stato del traffico e su eventi di rilievo della mobilità cittadina. Riteniamo importante evidenziare che in caso di mancata richiesta di installazione per ragioni imputabili alla società, il permesso in abbonamento verrà sospeso e dovrà essere restituito presso lo sportello di piazzale degli Archivi 40.

Responsabile del procedimento: Ing. Luca Avarello