Euro3dieselnuova rete notturna

Dal 3 giugno parte la nuova rete notturna

 


Dal 3 giugno 2019 parte la nuova rete di trasporto notturna che offre a lavoratori, turisti e popolo della movida 46 linee per vivere la città dalle 23,30 all’alba con:

15 linee bus diurne che prolungano il servizio fino alle 2.00 tutti i giorni (feriali e festivi)
31 linee bus notturne che svolgono il servizio dalle 23.30 alle 5.00 di cui

  • 3 nuove linee al servizio di 6 quartieri delle zone est e sud della città

  • 13 linee modificate nel percorso e/o potenziate per raggiungere quartieri periferici e aumentare il servizio in Centro

L'attivazione della nuova rete notturna sarà in 2 fasi:

  • nella notte tra il 3 e il 4 giugno parte il servizio delle 15 linee diurne che resteranno in strada sino alle ore 2
  • nella notte tra il 10 e l’11 giugno inizia il servizio delle 3 nuove linee n e scattano le modifiche delle altre 13 linee n

Prima fase dal 3 giugno

Le 15 linee della rete diurna portante prolungheranno tutti i giorni le corse fino alle 2 della notte. Si tratta delle linee 38 - 44 - 61 - 86 - 170 - 246 - 301 - 314 - 404 - 444 - 451 - 664 - 881 - 916 - 980 che daranno per la prima volta un collegamento notturno a 15 quartieri (corso Trieste, Porta di Roma, Villa Bonelli, Monti Tiburtini, lungotevere Testaccio, viale Marconi - nella tratta ponte Marconi/via Pincherle – via Aurelia, Malagrotta, Grottarossa, Casal Tidei, la zona di via Pievebovigliana, viale Palmiro Togliatti, via della Pisana, la parte sud di via di Torrevecchia e Quartaccio).

Nei dettagli le 15 linee portanti garantiranno il servizio di trasporto pubblico sino alle ore 2 nelle zone:

  • 38 Termini-piazza Fiume-corso Trieste-viale Libia-Conca d’Oro-Vigne Nuove-Porta di Roma

  • 44 piazza Venezia-Monteverde Vecchio-Monteverde Nuovo-Villa Bonelli

  • 61 Casal Bruciato-Monti Tiburtini-piazza Bologna-Policlinico-Porta Pia-via XX Settembre-via Veneto-Villa Borghese-piazzale Flaminio

  • 86 stazione Conca d'Oro metro B1-Bufalotta-quartiere Cinquina

  • 170 Termini-via Nazionale-piazza Venezia-Testaccio-Marconi-Eur

  • 246 Cornelia metro A-via Aurelia-Malagrotta

  • 301 piazza Augusto Imperatore-Lepanto-Ponte Milvio-Cassia-Grottarossa

  • 314 largo Preneste-Tor Sapienza-via Collatina-Ponte di Nona-Lunghezza-Castelverde

  • 404 Ponte Mammolo metro B-San Basilio-Casal Monastero

  • 444 Ponte Mammolo metro B-Casal Tidei-San Basilio-Torraccia

  • 451 Ponte Mammolo metro B-viale Palmiro Togliatti-Parco di Centocelle metro C-Subaugusta

  • 664 Colli Albani metro A-via Appia Nuova-Capannelle

  • 881 via Paola-Gregorio VII-Bravetta-via della Pisana

  • 916 piazza  Venezia-corso Vittorio-via Gregorio VII-Cornelia metro A-Boccea-Battistini metro A-Primavalle-Torrevecchia, Quartaccio

  • 980 Montespaccato/via Antonio Pane-Boccea-metro A Battistini-via della Pineta Sacchetti-Monte Mario-San Filippo Neri

Seconda fase dal 10 giugno

La seconda fase della nuova rete dei bus notturni, le linee N, parte dal 10 giugno e prevede, oltre al cambio di numerazione di tutte le 31 linee, l’istituzione di 3 nuove linee e la modifica di 13 linee.

Vengono attivate 3 nuove linee, n74, n075 e n543:

  • la nuova linea n075  svolge la funzione di collegamento dei quartieri Colle degli Abeti, Ponte di Nona e Prato Fiorito con Largo Preneste, dove incrocia le linee n5, n543, nMC, n409 e 451. Percorre Via Prenestina, Via Avola, Via Roccalumera,Via della Borghesiana,Ponte di Nona. Viene denominata n075 in quanto, in analogia con la linea diurna 075, svolge la funzione di penetrazione verso i centro della città per i quartieri di Ponte di Nona e Colle degli Abeti, sebbene questa percorra l’asse di Via Prenestina a differenza della linea 075 che percorre l’asse di Via Collatina. Viene istituita come linea in servizio tutta la notte per l’alto carico insediativo delle zone che serve in periferia.

  • la nuova linea n74 Il 3 giugno la nuova linea verrà attuata con percorso temporaneo, che si differenzia da quello definitivo perché serve il quartiere di Fonte Laurentina lungo gli assi di Via de Finetti e Via Amaldi non percorrendo il nuovo Corridoio Laurentino. Il nuovo servizio nasce al fine di dare servizio notturno al quartiere di Fonte Laurentina, percorrendo Via Laurentina, Viale Silone, Via Marinetti , Via Amaldi e Via de Finetti e sostituisce integralmente l’attuale linea N21 nella zona di Laurentino 38. Alla stazione Laurentina incrocia le linee nMB, n716e n705. Viene denominata n74 perché in analogia con la linea filobus 74 che verrà istituita con l’apertura del Corridoio Laurentino svolge la funzione di collegare i quartieri di Fonte Laurentina e Tor Pagnotta 2 alla stazione metropolitana di Laurentina. Viene istituita come linea in servizio tutta la notte per l’alto carico insediativo delle zone che serve in periferia. In occasione dell’apertura del Corridoio Laurentino la linea subirà la seguente modifica di tracciato: dopo aver percorso Via Laurentina – V. le Silone e Via Marinetti la linea percorrerà il corridoio della Mobilità Eur Laurentina fino a raggiungere Via Brunetti.

  • la n543 (ex N12P) sostituisce l’attuale N12P e rispetto a questa estende il percorso per servire il quartiere di Tor Sapienza (Viale Morandi e Via De Chirico). In questo modo si completa la modifica della rete del quartiere che nelle ore diurne è collegato direttamente con Metro A e Metro C e nelle ore notturne con il centro (Termini, Tridentee Piazza Venezia).

Vengono modificate 13 linee:

  • la linea nMB1 (ex N2L), che nelle ore notturne sostituisce il servizio della Metro B1 nella tratta Termini – Conca d’Oro, viene prolungata fino alla stazione di Jonio. Viene denominata nMB1 perché in sovrapposizione con la linea metropolitana MB1.

  • la nMC (ex N28), che nelle ore notturne sostituisce il servizio della Metro C, viene prolungata a P.za Venezia transitando in V. dell’Ambaradam, Via Celimontana, Via Claudia, Via Celio Vibenna, Via di S. Gregorio, Via del Circo Massimo, Via Petroselli e Via del Teatro Marcello per dare collegamento diretto verso le destinazioni centrali della città per i residenti ubicati lungo l’asse della Metro C e in generale nella zona est della città per aumentare i collegamenti notturni nelle zone turistiche più frequentate. Viene denominata nMC perché di notte sostituisce il servizio della Metro C.

  • la nME (ex N3), sostitutiva notturna della ferrovia Roma – Lido, in direzione P.za Venezia modifica il percorso tra Ostia e Acilia per servire meglio le zone attraversate. Nello specifico al fine di migliorare l’accessibilità al servizio, è stato previsto l’istradamento
    su Via dei Romagnoli anche provenendo da Ostia. Inoltre sono stati allineati i percorsi di andata e ritorno su Via delle Baleniere. Viene denominata nME perché la ferrovia Roma Lido nel Piano Urbano della Mobilità Sostenibile viene denominata Metro E.

  • la n46 (ex N5) viene prolungata da L.go Milesimo alla stazione FL3 di Monte Mario per estendere il servizio notturno nella zona di Torrevecchia e consentire l’interscambio con la linea notturna n913. Viene denominata n46 perché ricalca in gran parte il percorso della linea diurna 46.

  • la n8 (ex N8), che nelle ore notturne sostituisce il tram 8, al fine di estendere la copertura territoriale della rete notturna anche alla zona di V. di Bravetta. viene prolungata da Casaletto a Via dei Capasso lungo Via dei Silvestri, Via Camillo Serafini e Via di Bravetta. Viene denominata n8 perchédi notte sostituisce il servizio del tram 8

  • le linee n3D e n3S (ex N10 e N11) estendono il percorso a Trastevere, ai Parioli, al Villaggio Olimpico e all’Auditorium. Le due circolari in questo modo servono tutte le zone a traffico limitato notturne e alcuni punti di interesse turistico. Vengono denominate n3D e n3S perché percorrono gran parte del percorso della linea tranviaria 3 in senso orario e antiorario.

  • la n92 (ex N13) estende il percorso a Via Salaria e Via Tagliamento raggiungendo il capolinea Metro B1 Jonio. Devia quindi il percorso sull’asse Tagliamento–Po, attualmente non servito dal trasporto pubblico notturno, lasciando il tratto Policlinico–Bologna–XXI Aprile già coperto dalla linea nMB1. Le zone di Val Melaina–Vigne Nuove e Porta di Roma saranno servite dall’estensione oraria del servizio della linea 38. Viene denominata n92 perché ha gran parte del percorso in comune con la linea diurna 92.

  • la n705 (ex N21) collega la stazione Metro B Laurentina a Via Piermarini mentre la zona di Via Laurentina/Laurentino 38 viene servita dalla nuova linea 74. Viene denominata n705 perché in analogia con la linea diurna 705 collega i quartieri di Spinaceto e Tor de’Cenci con la Metro B.

  • la n66 n66 sostituisce la N22 ed è stata prolungata fino a Termini sull’asse di Via Nomentana al fine di garantire un collegamento diretto con le destinazioni centrali per i residenti del quartiere di Montesacro – Casal Boccone e della zona di Viale Marx. Viene denominata n66 perché il suo percorso è in gran parte in sovrapposizione con quello della linea diurna 66.

  • la n200 (ex N24) farà capolinea alla stazione di Prima Porta e transiterà in entrambi i sensi nella zona di Via delle Galline Bianche al fine di garantire il servizio notturno in entrambe le direzioni. Viene denominata n200 perché ha gran parte del percorso in comune con la linea diurna 200

  • la linea n904 (exN20) modifica il percorso all’interno del quartiere Casalotti per superare una criticità attuale di manovra dei mezzi che devono effettuare le svolte tra V. Selva Candida-V. Boccea e tra V. Boccea e V. Casalotti. Viene denominata n904 perché ha gran parte del percorso in comune con la linea diurna 904.

Obiettivi del progetto (scarica) scarica il file PDF

La nuova rete notturna è stata pensata per rispondere al meglio alle esigenze del territorio, attivare nuovi servizi nelle periferie, aumentare l’offerta in termini di destinazioni e per soddisfare sia gli utenti che vogliono fruire della rete diurna fino a tarda notte sia coloro che utilizzano esclusivamente il trasporto notturno.

Gli obiettivi sono stati conseguiti tramite

  • ottimizzazione delle attuali risorse (produzione chilometrica e vetture impiegate).
  • incremento +10% rispetto al servizio esistente
  • articolazione del servizio su due livelli: fino alle 2.00 (''Night to 2'') con 46 linee (15 linee diurne prolungate più le notturne) e fino alle 5.00 (''Night to 5'') con 31 linee notturne.

Vantaggi

I benefici del progetto sono misurabili in:

  • potenziamento del servizio nella prima fascia oraria 23:30–2:00, ovvero quella oggi più frequentata, che sarà svolto da 46 linee (linee diurne prolungate più linee notturne)

  • estensione del servizio notturno a zone periferiche in precedenza prive

  • potenziamento dell’offerta a supporto della rete metropolitana nei giorni in cui l’orario di servizio è esteso alle ore 1:30

  • 3 nuovi punti di interscambio (l.go Preneste, Cinecittà, Ponte Mammolo) e potenziamento dei 6 esistenti Venezia, Termini, Trastevere, Tiburtina, Laurentina e Colli Albani

Nuova denominazione e nuova identità visiva

Per una maggiore leggibilità e riconoscibilità del nuovo servizio notturno, le 31 linee n sono state ridenominate con riferimento alla linea metro, tram o bus del servizio diurno corrispondente Inoltre sulle doghe delle fermate bus, le linee della nuova rete notturna sono contraddistinte da per le 15 linee diurne prolungate alle 2 da per le 31 linee notturne.