Taxi

FAQ

 FAQ Hai bisogno di aiuto? Consulta le nostre risposte alle domande frequenti

 

ATTENZIONE:

  • La vidimazione quinquennale della licenza/autorizzazione deve essere rinnovata prima della sua naturale scadenza. Un titolo scaduto, infatti, non consente di esercitare l'attività.

 

  • Il TAR Lazio, con sentenza n. 407/2017, ribaltando la precedente decisione cautelare (ordinanza 3712/2016), ha respinto nel merito il ricorso contro il parere del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (protocollo 0003635-2016) relativo all'intestazione dei veicoli associati a licenze Taxi o autorizzazioni NCC conferite in cooperative di produzione e lavoro. La sentenza stabilisce che le vetture associate a licenze Taxi o autorizzazioni NCC conferite in cooperative di produzione e lavoro, devono essere necessariamente di proprietà della medesima cooperativa o in usufrutto alla stessa per effetto di comodato registrato sulla carta di circolazione. Roma Servizi per la Mobilità procede quindi, con decorrenza immediata, ad uniformarsi a quanto disposto dal TAR accogliendo esclusivamente le domande formulate in coerenza della predetta sentenza.

 

  • Ai sensi dell'art. 8 co. 3 della L. 241/90, si informa che, in data 6 giugno 2017, sono stati avviati i procedimenti amministrativi, ai sensi degli art. 7 e seguenti della L. 241/90, relativi all'inefficacia dei conferimenti in cooperative di produzione e lavoro delle licenze Taxi e delle autorizzazioni Ncc di Roma Capitale alle quali risultano associate vetture di esclusiva proprietà del titolare della licenza/autorizzazione, contrariamente a quanto previsto dalle normative vigenti.

    Tali procedimenti si concluderanno con l’adozione dei provvedimenti finali entro 30 giorni dalla data di ricevimento della comunicazione di avvio del medesimo procedimento amministrativo; le Cooperative e i titolari di licenza/autorizzazione potranno presentare al Responsabile del Procedimento, Ing. Avarello, eventuali documenti e motivate controdeduzioni per ciascuna licenza entro 10 giorni dal ricevimento della suddetta comunicazione, mediante inoltro alla casella di posta elettronica certificata permessistica@pec.agenziamobilita.roma.it.

    Per effetto dell’eventuale provvedimento di inefficacia del conferimento, sarà inibita qualunque pratica relativa alle licenze/autorizzazioni interessate presso gli Uffici di Roma Servizi per la Mobilità e la targa del veicolo sarà estromessa dalle Liste Bianche.

Trasferimento Licenze Taxi 

ATTENZIONE: dal 6 febbraio 2017 per il trasferimento delle licenze taxi, il titolare e il cessionario devono presentare l'istanza ​secondo la seguente procedura:

  • apertura dell​e pratica (cosiddetta "prima firma")​
    l'istanza va avanzata a mezzo pec alla casella taxincc.trasferimentilicenze@pec.agenziamobilita.roma.it inviando la copia scansionata dei moduli e allegando copia dei documenti identificativi validi​ del cedente e del cessionario​. ​L'ufficio attiverà immediatamente i controlli di competenza, al fine di comprimere i tempi di gestione della pratica, e contatterà gli utenti per fissare un appuntamento per il completamento dell'istanza
  • conclusione del trasferimento (cosiddetta "seconda firma")​
    al momento dell'appuntamento fissato dall'ufficio, il cedente e il cessionario devono presentarsi personalmente, produrre l'originale dei documenti anticipati per la "prima firma", e procedere alla produzione dei documenti richiesti all'atto della conferma dell'appuntamento.

 

Recesso dalla Cooperativa

In caso di recesso da una Cooperativa di Produzione e Lavoro la licenza non potrà essere conferita ad altra Cooperativa prima che sia trascorso un anno dal recesso; in questo periodo la gestione amministrativa (sostituzione alla guida, crediti d'imposta, richieste utilizzo licenza atipica etc.) rimane in capo alla cooperativa da cui ci si è distaccati. 

Quanto detto sopra non è valido nel caso in cui il rapporto con la Cooperativa si interrompa per decadenza o esclusione; in tali casi, la gestione amministrativa non sarà assegnata alla stessa Cooperativa ma il titolare della licenza sarà considerato "artigiano isolato".

 

Esonero turno

L'esonero turno può essere accordato anche in favore dei sostituti alla guida, oltre che ai titolari di licenze.

Esonero per rappresentanze sindacali

Con Ordinanza del Sindaco n. 15 del 17 dicembre 2012 avente ad oggetto “esonero turno di servizio degli operatori degli autoservizi pubblici non di linea per i rappresentanti Sindacali e di Associazione di Categoria” Roma Capitale ha stabilito che il rilascio delle fustelle per i rappresentanti sindacali Taxi sarà veicolata dall'Agenzia Roma servizi per la Mobilità e non più dal Dipartimento Mobilità e Trasporti.

Le sole organizzazioni sindacali o associazioni di categoria che hanno diritto ad ottenere tali esoneri turno sono quelle citate nella stessa Ordinanza: A.T.A. CASARTIGIANI, FAST CONFSAL, CISAL, CLAAI FARA ATPL, FIT CISL, UGL, UIL, UNICA TAXI CGIL, URITAXI, UTI.

Le organizzazioni di cui sopra hanno l'obbligo di segnalare preventivamente all'agenzia Roma servizi per la Mobilità (via fax al numero 06.4695.7707) l'elenco dei 3 rappresentanti e dei 2 supplenti che potranno usufruire dell'esonero dall'obbligo del turno di servizio assegnato limitatamente all'espletamento delle attività connesse con l'incarico sindacale ricevuto.

Solo dopo aver eseguito tale segnalazione, in occasione delle attività sindacali, dovranno trasmettere la richiesta dell'esonero del turno indicando la motivazione, il luogo, la data e l'ora dell'attività sindacale a:

Inoltre, durante l'esercizio del turno di servizio, i tassisti autorizzati dovranno esporre un contrassegno cartaceo che verrà rilasciato dai nostri uffici.

Responsabile del procedimento: Ing. Luca Avarello